Apple rifiuta un'applicazione perché richiede il login


Per quanto Steve Jobs sia orgoglioso delle procedure di approvazione su App Store, molti sviluppatori continuano a lamentarsi. L'ultimo caso in ordine di tempo riguarda l'applicazione Read It Later 2.2, che si è vista un rifiuto da parte di Apple vagamente pretestuoso.

Apple infatti non l'ha approvata con la seguente motivazione: "Non è possibile richiedere una registrazione all'utente prima di consentire l'accesso al contenuto dell'applicazione". Strano, sinceramente. Facebook, Twitter e Skype, a pensarci bene, funzionano esattamente allo stesso modo, e non potrebbero fare altrimenti.

Speriamo non sia un precedente troppo realistico, perché molti sviluppatori si vedrebbero precluse alcune opportunità. Per quanto richiedere una registrazione non sia un'idea geniale, e non possa essere piacevole per l'utente, si tratta comunque di una scelta di marketing strategico che dovrebbe essere delegata solo agli sviluppatori. L'utente potrebbe essere restio a dare dati personali per un servizio che ancora non conosce, ma questo è all'ordine del giorno nel mondo del web e in definitiva dovrebbe essere il singolo a poter decidere. Il ruolo di Apple continua ad essere percepito come scomodo e invadente e, nonostante i successi, questo non giova ad App Store.

[via MacStories]

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: