Logo Blogo

Tutti gli articoli con tag vendite

Apple: venduti 3 milioni di nuovi iPad in 3 giorni

pubblicato da Giacomo "aW" Martiradonna

ipad mini ipad retina

Con un comunicato stampa pubblicato poco fa sul proprio sito Web, Apple ha reso noti i risultati di vendita relativi ad iPad mini ed iPad di quarta generazione durante il weekend. Sfondato il muro dei 3 milioni di dispositivi commercializzati.

Tradotto in italiano (la Scanu è un po’ in ritardo, questa volta), il comunicato recita:

California, 5 novembre 2012. Apple ha annunciato oggi di aver venduto 3 milioni di iPad in appena tre giorni a partire dal lancio del suo nuovo iPad mini e dell’iPad di quarta generazione, raddoppiando il precedente record di 1,5 milioni di modelli WiFi commercializzati a marzo con l’iPad di terza generazione. Le varianti Wifi + Cellular arriveranno entro poche settimane negli USA e in molti altri paesi più tardi nel corso dell’anno.

Ben più interessante il commento di Tim Cook riportato a margine; in pratica, Cupertino ha dato fondo a tutte le scorte di iPad mini in suo possesso:

“I clienti di tutto il mondo adorano il nuovo iPad mini e la quarta generazione di iPad” ha affermato Tim Cook, CEO di Apple. “Abbiamo battuto un altro record durante questo weekend, e abbiamo praticamente terminato gli iPad mini. Stiamo lavorando duramente per costruirli ancora più velocemente e soddisfare le richieste.”

Peccato soltanto che non sia entrato più nello specifico, scorporando i due gruppi di dispositivi, anche se di certo non possiamo parlare di flop. Tanto più che molti pre-ordini non sono stati conteggiati nel computo totale poiché verranno evasi solo tra molte settimane. Trovate il comunicato originale a questa pagina del sito Apple.

Previsioni di vendite: 102 milioni di iPad e 194 milioni di iPhone nel 2013

pubblicato da Ruthven

Apple iPad con Retina Display
Michael Walkley, analista presso Canaccord Genuity, ha previsto che Apple venderà ben 101.6 milioni di iPad nel corso del 2013. Questo modello darebbe ad Apple il controllo di 58,4 % del mercato dei tablet.

Ricordiamo che durante l’evento del lancio dell’iPad mini, Tim Cook aveva annunciato che erano stati venduti 100 milioni di iPad dal giorno del lancio, nel marzo 2010. Secondo le previsioni di Walkley, Apple venderebbe in un anno la stessa quantità di tablet che in poco più di due anni e mezzo. Questo risultato strabiliante sarebbe da attribuire, sempre secondo Walkley, alla presenza sul mercato sia dell’iPad “classico” che del nuovo iPad mini.

Ma non solo: per Walkey il 2013 sarà l’anno dei tablet, che entreranno con forza nelle nostre case. Egli prevede che, anche se Apple continuerà a dominare il mercato dei tablet, Amazon venderà 10,7 milioni di Kindle e Samsung 8,4 milioni di tablet.

Anche l’iPhone potrebbe ritagliarsi una parte da leone nel 2013, con 194 milioni di dispositivi venduti complessivamente. Walkley trae le sue stime dal crollo della competenza di Apple e Samsung, che stanno cannibalizzando il mercato dei dispositivi portatili, avendo strappato cospicue fette di mercato a RIM, Nokia e Motorola durante l’ultimo trimestre del 2012.

Via | Apple Insider

....
condividi 2 Commenti

Kindle Fire HD, record di vendite il giorno dopo iPad mini

pubblicato da Giacomo "aW" Martiradonna

Kindle Fir HD Bezos

A dire del portavoce di Amazon, il giorno dopo la presentazione dell’iPad mini il colosso statunitense dell’e-commerce ha registrato un boom di vendite per il suo Kindle Fire HD. Come al solito, però, non è stato fornito alcun dato ufficiale per comprovare la notizia.

Il discorso tra le righe è semplice: con prezzi a partire da 329$/329€, l’iPad mini è ancora troppo caro per una fetta non indifferente di utenza; ed è una percezione suffragata dai rumors e dalle recenti dichiarazioni di Phil Schiller in persona. Il Kindle Fire HD, invece, viene commercializzato a partire da 199$/199€, e questo secondo Amazon ha fatto tutta la differenza del mondo:

In risposta ad una domanda circa l’andamento delle vendite del nuovo Kindle subito dopo l’annuncio dell’iPad mini di martedì scorso, il portavoce di Amazon Drew Herdener ha segnalato che le vendite sono andate molto meglio del solito. “Mercoledì è stato il giorno migliore delle vendite mai vissuto ad oggi per il Kindle Fire HD da 199$, con una triplicazione del giro d’affari rispetto alla settimana precedente.”

Il che equivale sostanzialmente a dire che diversi utenti devono aver aspettato di conoscere il prezzo dell’iPad economico, prima di decidere di rivolgersi ad altri lidi, ancora più economici. Ciononostante, è difficile inquadrare il fenomeno senza un numero che metta nella giusta prospettiva le cose. E voi che ne pensate: l’integrazione col resto dell’ecosistema, le 700.000 app iOS a catalogo e il design Apple valgono i 130€ di differenza? O forse è davvero iniziata l’erosione dell’incredibile market share di Cupertino? Sia come sia, intanto sul sito di Amazon.com è stato pubblicato un gustoso raffronto con iPad mini, di cui trovate uno screenshot qui sotto. Un po’ di sana concorrenza.

ipad mini raffronto kindle fire

Photo | Getty

Q2 2012, salgono le consegne di Mac negli USA

pubblicato da Giacomo "aW" Martiradonna

In un documento pubblicato recentemente, Gartner ha riportato l’andamento delle consegne dei PC negli Stati Uniti per il secondo trimestre fiscale dell’anno in corso. E visto che è l’unica a crescere, seppur di poco, Apple appare ancora una volta in controtendenza rispetto a tutti gli altri competitor.

Con il suo +4,3% su base annuale, Cupertino se l’è cavata decisamente meglio della concorrenza. Nel medesimo periodo, HP ha perso il 12,7%, Dell il 9,5%, Acer il 14,1% e Toshiba addirittura il 29,5%. In media, il mercato ci ha rimesso il 5,7%, e in quest’ottica il piccolo balzo in avanti della mela appare ancora più significativo.

A livello di market share, Apple è salita al 12% -sempre negli Stati Uniti- nel trimestre di riferimento, dopo un lieve declino nei due precedenti; per questa ragione, ora è al terzo posto, a debita distanza da HP e Dell. È la migliore performance mai registrata negli ultimi anni, se escludiamo il 12,9% toccato nel terzo trimestre del 2011, ma non è finita qui. All’appello, infatti, mancano ancora gli acquisti back-to-school del terzo trimestre, che non a caso rappresenta solitamente uno dei periodi più floridi per la mela.

Purtroppo, come sempre, mancano i dati a livello mondiale, dato che Gartner tiene conto solo dei primi 5 produttori, e -globalmente- Apple non è tra questi.

Infine, come suggeriscono quelli di MacRumors, segnaliamo il curioso contrasto coi dati forniti IDC relativi al medesimo periodo, che danno Apple in calo dell’1,1% su base annuale. Un arretramento che avrebbe favorito Lenovo e la sua inaspettata entrata nell’Olimpo della top 5 con un +6,1%.

....
condividi 0 Commenti

Apple potrebbe vendere quasi 60 milioni di iPad nel 2012

pubblicato da Bruno


Secondo Trendforce nel 2012 Cupertino potrebbe vendere circa 60 milioni di iPad in tutto il mondo. Gli ottimi risultati di vendita del tablet della Mela non sono certo una novità, ne avevamo parlato anche noi qui e qui (in quest’ultimo articolo vi raccontavamo di come l’iPad stesse andando molto forte anche in Corea del Sud, proprio in casa della Samsung).

Secondo le stime riportate nel grafico qui sopra, Apple aumenterà le vendite di iPad passando dai 41 milioni di dispositivi venduti nel 2011 ai circa 59 previsti per il 2012. Anche le vendite di tablet non prodotti da Apple dovrebbero aumentare (da 21 milioni di dispositivi venduti nel 2011 si dovrebbe arrivare a circa 36 milioni nel 2012). Notizie un po’ meno buone provengono dalle stime relative alla quota di mercato del tablet di Cupertino che calerà dal 66% nel 2011 a un comunque ottimo 62% nel 2012.

Il grafico riporta anche le previsioni di vendita di tablet per il 2013, 2014 e 2015. Secondo questi dati, Apple nel 2015 dovrebbe vendere circa 95 milioni di iPad in tutto il mondo, mantenendo quasi invariata la propria quota di mercato rispetto al 2012.

Immagine | Trendforce

....
condividi 5 Commenti

Apple ha venduto più dispositivi iOS nel 2011 che Mac in 28 anni

pubblicato da xtom


Horace Dediu, analista di Asymco, ha calcolato che nel 2011 Apple ha venduto 156 milioni di dispositivi basati sul sistema operativo iOS, una cifra talmente grande da superare ampiamente le vendite di tutti i Mac prodotti da Apple negli ultimi 28 anni, ovvero 122 milioni di computer.

Gli iPhone, iPad ed iPod touch venduti nel 2011 hanno portato il totale dei dispositivi iOS in circolazione a 316 milioni di unità, la metà dei quali sono quindi stati venduti lo scorso anno.

Da sottolineare anche il successo dell’iPad che ha raggiunto in meno di due anni i 55 milioni di esemplari venduti, una cifra che ha stupito lo stesso Tim Cook superando le sue più ottimistiche previsioni:

Per mettere in prospettiva il successo dell’iPad basti pensare che ci sono voluti 22 anni per vendere 55 milioni di Mac, 5 anni per vendere 22 milioni di iPod e 3 anni per vendere così tanti iPhone. E’ una traiettoria che esce dai grafici.

[via appleinsider]

....
condividi 9 Commenti

iMac domina il mercato dei computer all-in-one

pubblicato da Androe

imac confezione

Nel mondo cresce l’interesse per i dispositivi mobili ma sulla scrivania non deve mancare un (bel) computer fisso all-in-one, e nel 33% dei casi si tratta di un iMac. Lo rivela uno studio di DisplaySearch che mostra come il computer desktop di Apple sia riuscito a guadagnare una discreta percentuale di vendite, precisamente il 32,9.

Nonostante la concorrenza non resti con le mani in mano proponendo modelli molto interessanti e con componenti di tutto rispetto, riuscendo come nel caso di Lenovo a creare una sorta di nicchia, un computer all-in-one su tre è un iMac nonostante Apple non li abbia da tempo al centro delle campagne promozionali, precisamente dal lancio dei modelli da 21,5 e 27 pollici nel 2009.

Il mercato degli all-in-one è tutt’altro che in declino: 14,5 milioni di unità vendute nell’ultimo anno (+39%) e si prevede un ulteriore incremento fino al 2014 dove si raggiungerebbe quota 23,3 milioni. È evidente come il pubblico sia alla ricerca di un prodotto gradevole esteticamente piuttosto che il solito case acchiappapolvere, pur mantenendo prestazioni decenti. Lenovo (al secondo posto) a quanto sembra offre una valida alternativa, HP (dimentichiamo in fretta il nuovo Omni 27) e Asus, purtroppo ancora no.

Via | CNet Bloomberg
Photo | Flickr

Apple Store online genera più traffico di eBay e Walmart

pubblicato da Giacomo "aW" Martiradonna


A dispetto della crisi finanziaria globale e dello spettro della recessione che attanaglia i consumi in alcuni paesi, le cose per Apple non vanno affatto male. Tant’è che, secondo ComScore, nel mese di novembre l’Apple Store online USA e iTunes hanno superato giganti dell’e-commerce del calibro di Walmart o eBay.

I numeri non mentono: con 79,2 milioni di visitatori unici, il combo iTunes+Apple Store ha stracciato i 72 milioni di eBay, i 58,5 milioni di Walmart e i 36 milioni e mezzo di Best Buy. In sostanza, Apple si è posizionata al tredicesimo posto nella classifica dei siti più gettonati del Web a stelle e strisce, totalizzando risultati simili a quelli dei più importanti siti d’informazione come il New York Times, al seguito di mostri sacri come Google, Facebook e Yahoo.

Merito probabilmente dell’incredibile successo del Black Friday dello scorso 25 novembre, caratterizzato da sconti più o meno grandi e da spese di spedizione gratuite. Ma merito anche dei milioni di iPhone, iPad ed iPod touch che giacciono ancora inerti sotto altrettanti alberi di Natale e che presto andranno a rimpolpare le falangi degli utenti iOS con altri milioni di download da App Store subito dopo le festività. Con stime, già di per già sé mirabolanti, che andranno riviste al rialzo.

....
condividi 1 Commenti

Crolla il prezzo di iPhone 4S in Corea del Sud, patria di Samsung

pubblicato da Androe

telefono statua korea seul

Tutto il mondo applaude il successo dell’iPhone 4S ma ciò non avviene in Corea del Sud dove, a quanto afferma Korea Times, si assiste a un pericoloso calo delle vendite. Le aspettative di SK Telecom e KT, i due maggiori gestori telefonici, si sono annerite dopo aver venduto 300 mila modelli dal 4 novembre e così hanno deciso di ridurre il prezzo di 230 mila won, equivalenti a circa 152 euro.

La causa principale è la scarsa attenzione data dagli acquirenti allo smartphone di Apple a causa del mancato supporto a LTE, la connettività dati mobile di ultima generazione chiamata anche 4G. Se in Italia un paio di mesi fa si è conclusa l’asta delle frequenze, in Corea gli abitanti godono di connessioni wireless e via cavo tra le più veloci al mondo.

Se a questo si aggiunge che la Corea del Sud è la casa di Samsung, possiamo comprendere perché a Seoul un iPhone 4S da 64 Gb è venduto a soli 556 euro.

Via | Macworld
Photo | Flickr

Ancora alta la richiesta di iPhone 3GS

pubblicato da Giacomo "aW" Martiradonna


Risale addirittura al 2009, ovvero un paio di ere geologiche fa nel mondo della telefonia mobile, eppure vende ancora tantissimo. Il vecchio iPhone 3GS è tutt’altro che spacciato, tant’è che Apple ne ha prodotti 2 milioni solo in questo trimestre fiscale, e un altro milione e mezzo è in consegna entro i primi tre mesi del 2012. Magie che riescono solo alla mela.

E’ una di quelle peculiarità di Cupertino. Guardiamo in faccia la realtà: quante altre società potrebbero imporre con tanta nonchalance un prodotto vecchio di due anni e mezzo e al contempo macinare ancora numeri da capogiro? Apple stima che durante le festività le richieste del suo più vecchio modello di iPhone attualmente disponibile rasenteranno i 3,5 milioni di unità. Un importante contributo ai circa 30 milioni di iPhone che secondo gli analisti verranno commercializzati complessivamente nel mese di dicembre e alla faccia della crisi.

Merito delle strategie di marketing, dei sussidi dei carrier e degli schemi di prezzo estremamente aggressivi. E in effetti, pur con tutte le caratteristiche tecnologiche che gli mancano, iPhone 3GS è il modo più semplice per assaggiare le delizie di iOS 5 senza investire cifre importanti o consegnare l’anima ai gestori per gli anni a venire. Poi, con l’avvento di iPhone 5, anche il 3GS finirà relegato negli annali della telefonia mobile e nelle sezioni storiche di Wikipedia, rimpiazzato con ogni probabilità da iPhone 4 che però, per allora, somiglierà a un aggeggio delle guerre puniche.

E’ un po’ come se qualcuno -al bancone d’un negozio di telefonia- tentasse di proporvi l’acquisto del Droid originale, quello che al tempo mosse guerra all’iPhone 3GS in tutti i modi possibili. Seriamente, certi lussi possono permetterseli solo a Cupertino.