Logo Blogo

Tutti gli articoli con tag prodotti

Kanye West vuole diventare l'erede di Steve Jobs

pubblicato da Androe

kanye west

Il rapper e produttore discografico Kanye West ha intenzione di raccogliere l’eredità lasciata da Steve Jobs nel campo del design e dei prodotti che lasciano il segno. In un twit sul proprio account ufficiale ha in qualche modo ufficializzato le proprie intenzioni presentando Donda, la società che si occuperà di «creare prodotti ed esperienze che la gente vuole e che si può permettere».

Kanye West di sicuro non si è mai distinto per la propria umiltà, tuttavia è una sorta di Re Mida del business musicale e si potrà permettere di finanziare la sua Donda (che prende in nome dalla madre, scomparsa anni fa) «coprendo 22 divisioni» e assumendo un team di architetti, graphic designer, compositori, produttori, scrittori, esperti di social media etc.

Le intenzioni sono serie, anzi serissime. Non è ben chiaro quando la Donda invaderà il mercato con i propri prodotti, né di cosa si tratterà con precisione. Kanye in attività imprenditoriali lontane dalla musica finora non ha avuto molta fortuna ma come lui stesso afferma su Twitter: «abbiamo bisogno di uomini di scienza e designer per poter influenzare direttamente i governi». Se lo dice lui.

Via | CNet
Photo | Flickr

Il rabbino capo del Regno Unito accusa Apple di diffondere una cultura egocentrica

pubblicato da Androe

ego apple

Dure parole da parte del rabbino capo del Regno Unito Lord Stacks durante un ricevimento da parte della Regina insieme ad altri esponenti religiosi, che accusano Apple di favorire con i propri prodotti una cultura basata sull’io e sul consumismo.

È proprio la i anteposta al nome di ogni dispositivo della Mela a sottolineare quest’aspetto:

La società consumista è stata impostata dal compianto Steve Jobs scendendo dalla montagna con due tavolette, l’iPad 1 e l’iPad 2 e il risultato è avere una cultura di iPod, iPhone, iTune, i i i [”io” in inglese] … quando sei un individualista dalla cultura egocentrica e pensi solo al tuo “io”, tu agisci terribilmente male.

Paragoni biblici a parte, trovo abbastanza scontato accusare un’azienda di promuovere a suo modo e in modo “subdolo” il consumismo. Ancor più se si parla di Apple, l’unica finora in grado di generare hype attorno ai suoi nuovi prodotti e di invogliare all’acquisto anche in tempi di “vacche magre”. Pensandoci bene è abbastanza curioso che il capo di una comunità religiosa così ampia si interessi di un’azienda privata. Come se anch’essa fosse… una sorta di culto.

Via | Apple Insider
Photo | Flickr

Apple Store è completamente down! (Aggiornato)

pubblicato da Michele Filannino


I nostri utenti ci segnalano che l’Apple Store di tutti i paesi è offline. Per almeno mezzora pare essere stato completamente irraggiungibile. Al momento non ci si aspetta nulla di particolare in quanto a prodotti o servizi. Tuttavia la messa offline dell’Apple Store in un giorno diverso dalla domenica è sempre servita ad introdurre qualche nuovo prodotto o servizio. Vi terremo aggiornati.

Aggiornamento: Sono passate ormai più di 2 ore e lo Store è ancora irraggiungibile. Pare che il server riesca ad evadere solo alcune richieste HTTP, le quali mostrano lo stato dello store offline come noi tutti siamo abituati a vederlo quando è in manutenzione. Il giorno e l’orario sono del tutto inattesi sia per la presentazione di nuovi prodotti sia per l’ordinaria manutenzione domenicale. In rete cominciano a farsi largo le speculazioni circa un possibile attacco DoS da parte di hacker piuttosto che un grave malfunzionamento ad uno dei nuovi data center.

Aggiornamento 2: Sembra che negli Stati Uniti la situazione sia tornata alla normalità. Lo Store ha cominciato ad essere nuovamente raggiungibile e operativo. A quanto mi viene riferito, il problema di connettività non avrebbe riguardato solo Apple. Durante la mattinata (in USA) diversi provider anche importanti hanno accusato problemi analoghi: Facebook, Twitter, il blog di John Gruber e il provider Ooma. Attualmente non riesco ancora ad accedere al sito qui in Italia.

Speciale: ecco i prodotti flop di Apple

pubblicato da Michele Filannino


Innovazione non è dire no a 100 dispositivi, è produrne 100 che vale la penna buttar via. Come tutte le aziende di tecnologia, anche Apple ha lanciato una serie di prodotti che non hanno riscosso il successo atteso. Vuoi per ragioni di tempo, vuoi per ragioni di scarsa domanda anche l’azienda di Cupertino ha prodotto dei fallimenti.

Uso il termine fallimento con il significato di flop di mercato. Sono ben lontano dal ritenere molti dei prodotti che osserverete più avanti dei fallimenti tecnologici: anzi. Di seguito ve li presenterò in ordine cronologico: dal più antico al più recente.

Si comincia dopo il salto.

Continua a leggere: Speciale: ecco i prodotti flop di Apple

Infografica "The Apple Tree": 35 anni di storia Apple

pubblicato da Michele Filannino


35 anni fa si affacciava al mondo del design industriale una piccola azienda che avrebbe rivoluzionato per sempre il concetto di calcolatore. In questi anni ha introdotto sul mercato una pletora di dispositivi rivoluzionari, alcuni di successo altri meno.

Mike Vasilev ha creato l’infografica che trovate per intero dopo il salto per il sito Mashable. Con quest’opera ha voluto sottolineare l’evoluzione nel design dei prodotti che è intercorsa tra il 1976 e il 2011. Chissà come cambierà tra qualche anno. Buona visione.

Continua a leggere: Infografica "The Apple Tree": 35 anni di storia Apple

....
condividi 5 Commenti

Nuove Time Capsule da 2TB e 3TB (Aggiornato)

pubblicato da Michele Filannino


Non si fa in tempo ad assimilare il rilascio della nuova versione di Final Cut Pro (X), che apprendiamo come Apple sia pronta a rilasciare sul mercato le nuove Time Capsule. Il modello da 3TB appare nella home page del prodotto Apple, sebbene i dettagli completi non siano ancora disponibili. Stando a quelli presenti adesso sul sito pare che a livello di funzionalità non sia cambiato nulla, idem per il design.

I part number e gli ID FCC delle nuove unità sono stati svelati la scorsa notte, quindi non ci sono dubbi sul fatto che i nuovi accessori debutteranno presto. Soltanto ieri ho scritto della possibilità che Apple potesse presentare a breve le nuove AirPort e Time Capsule. Detto fatto.

[Via MacStories]

Aggiornamento: E’ ufficiale il fatto che le nuove Time Capsule non introducono nessuna novità a livello di funzionalità.

Apple Store offline (Aggiornato)

pubblicato da Michele Filannino


I nostri utenti ci segnalano che l‘Apple Store di tutti i paesi è offline. Pare esserlo da almeno un quarto d’ora.

Al momento non ci si aspetta nulla di particolare in quanto a prodotti o servizi. Di solito la messa offline dell’Apple Store di domenica è sempre servita per esclusiva manutenzione. Tuttavia vi terremo aggiornati.

Aggiornamento: L’Apple Store è tornato online senza alcuna introduzione di prodotti o servizi. Solo manutenzione.

....
condividi 8 Commenti

Nuove indiscrezioni su iPad, iPhone ed iPod

pubblicato da Michele Filannino

Mockup sui nuovi iPad

Sul web si stanno diffondendo alcuni rumor, veicolati da iLounge da fonti a suo dire attendibili. Il primo di questi sarebbe conseguenza del malcontento generato dal problema dell’antenna, Apple infatti sarebbe intenzionata ad anticipare la data di rilascio della quinta generazione di iPhone. Tale rilascio potrebbe avvenire nei primi mesi del 2011.

Anche sul fronte iPod le novità non mancano: i nuovi modelli sarebbero già tutti pronti. iPod Shuffle con display da 1,7″ touchscreen, nuovi iPod touch e nuovi iPod nano. L’iPod Classic non viene menzionato: a questo punto è quasi sicura la sua uscita dalla linea di prodotto.

Relativamente ad iPad, l’ultimo arrivato in quel di Cupertino, pare ci sia al vaglio della dirigenza una versione del dispositivo più piccola con un display di soli 7″ (oltre a quella attuale). Per il momento si tratta solo di rumor, staremo a vedere nei prossimi mesi. Noi ci saremo per raccontarvelo.

[Via iLounge]

....
condividi 4 Commenti

Q1 2010: due record storici per Apple

pubblicato da Michele Filannino

Apple

Apple ha annunciato i risultati finanziari per il primo trimestre fiscale del 2010, corrispondente, da calendario, al quarto trimestre del 2009. Apple ha totalizzato $15,68 miliardi di ricavi con un guadagno netto di $3,38 per azione, un netto balzo in avanti rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno ($11,88 miliardi di ricavi e $2,26 in guadagno sul titolo).

Il margine lordo è stato del 40,9%, rispetto al 37,9% dello scorso anno (stesso trimestre), con il 58% di vendite sul territorio estero (fuori dagli USA). Apple registra così due record storici: miglior trimestre della storia dell’azienda e maggior numero di Mac ed iPhone venduti da sempre.

Apple ha venduto più di 3,36 milioni di Mac, un incremento del 33% rispetto allo scorso anno. Sul fronte iPod le vendite sono state di 21 milioni di unità, registrando un abbassamento del 8%. Il melafonino, iPhone, ha registrato un incremento delle vendite del 100% con quota 8,7 milioni di unità vendute.

Steve Jobs, CEO di Apple, ha dichiarato:

“Se si guarda al nostro fatturato trimestrale in una prospettiva annuale, è sorprendente notare come Apple sia oggi un’azienda da oltre $50 miliardi. I nuovi prodotti che abbiamo in programma di lanciare quest’anno sono molto forti, a cominciare da questa settimana, con un importante novità di prodotto, per cui siamo davvero eccitati”.

Anche Peter Oppenheimer, CFO di Apple, ha rilasciato delle dichiarazioni:

“Siamo molto lieti di aver generato una liquidità di 5,8 miliardi di dollari durante il trimestre. Guardando avanti al secondo trimestre dell’anno 2010, ci attendiamo un fatturato compreso fra gli 11,0 e gli 14,4 miliardi di dollari circa e un utile per azione diluita compreso fra 2,06 e 2,18 dollari circa.”

Apple prova a bloccare le importazioni Nokia in USA

pubblicato da giovanni de stefano

La battaglia legale a suon di brevetti e controbrevetti fra Apple e Nokia si sta facendo sempre più feroce. Le ultime notizie riguardano un tentativo da parte di Apple di bloccare dle tutto le importazioni Nokia in USA.

Il tentativo sta avvenendo attraverso un esposto all’International Trade Commission, un organo governativo statunitense che si occupa, fra le altre cose, anche di derimere controversie legali in ambito internazioale che riguardino diritti d’autore e brevetti. In sostanza, Cupertino sta cercando di ripagare con la stessa moneta Nokia, che un esposto simile presentò sul finire di dicembre, ma contro Apple.

Tutto sembra suggerire una vera e propria prova di forza fra questi due giganti dell’Information Technology, che si spera naturalmente possa risolversi più con un accordo fra le parti che con l’effettiva sospensione della vendita su suolo USA di uno dei due marchi.

....
condividi 9 Commenti