Logo Blogo

Tutti gli articoli con tag nuovo ipad

Apple pubblica il video introduttivo su iPad e gli spot TV

pubblicato da Giacomo "aW" Martiradonna

Tutti i video mostrati in anteprima durante l’evento di ieri sera dedicato ad iPad mini sono stati pubblicati sul sito e sui vari canali di Apple.

Il primo video della carrellata è costituito dal classico contributo sul design industriale di Jonathan Ive, in cui compare anche il capo del marketing iPad Michael Tchao. Il testo, come sempre evocativo, svela qualche retroscena tecnico sulla sfida che iPad mini ha rappresentato per Cupertino:

Se ci fossimo limitati a prendere l’iPad originale e ridurlo di grandezza, vi sareste resi conto solo di tutto quello che mancava. C’è una perdita intrinseca nel ridurre semplicemente le dimensioni d’un prodotto.
Quel che abbiamo fatto è invece ricominciare dall’inizio; abbiamo attinto al design originale e creato un prodotto che è una concentrazione dell’originale, e non una riduzione. Sentivamo fortemente che 7,9″ era la grandezza ideale per il display, ma presto ci siamo resi conto che c’era la necessità di ridurre i bordi. In questo modo, puoi prenderlo in un mano sola e usarlo con facilità.

Quello che trovate qui sotto, invece, è il vivace spot dedicato all’iPad mini e alle nuove Smart Cover, riprogettate per evitare i graffi causati dal contatto diretto tra cerniera metallica e il case del dispositivo. Il motivo e il turbinio di colori della réclame ricorda un po’ lo storico “Colors’ iMac” del 1999.

Infine, per la gioia dei lettori che ieri sera hanno riscontrato difficoltà con la diretta, a questa pagina del sito Apple trovate il video completo dell’evento. E come sempre, è stato pubblicato anche sul canale Apple Keynotes Podcast dell’iTunes Store in versione normale, 720 HD e 1080 HD. Buona visione.

....
condividi 1 Commenti

Micro connettore su tutti i dispositivi iOS in autunno

pubblicato da xtom

Secondo alcune indiscrezioni raccolte da iMore, Apple sarebbe pronta ad aggiornare tutti i propri dispositivi mobili dotandoli del nuovo micro connettore dock. Oltre all’iPhone 5 ed all’iPad mini quindi anche i nuovi iPod nano e iPod touch sarebbero muniti del piccolo connettore, ma quello che più sorprende è che anche il nuovo iPad sarebbe aggiornato per adottare il micro connettore.

Tutti i dispositivi verrebbero quindi presentati da Apple nel corso dell’evento del 12 settembre, per poi essere messi in commercio nel corso dell’autunno, in modo da armonizzare l’intera gamma di dispositivi mobili entro la fine dell’anno.

Mentre però gli iPod nano ed iPod touch non vengono aggiornati da quasi due anni, il nuovo iPad è stato lanciato solo lo scorso marzo per cui non è chiaro se si possa trattare di un vero e proprio iPad di quarta generazione o piuttosto di un iPad di terza generazione aggiornato, come suggeriscono altre indiscrezioni che parlano anche dell’adozione di un retina display IGZO, che renderebbe il tablet più sottile e dotato di una maggiore autonomia.

Ad ogni modo, se così fosse, sarebbe difficile pensare che Apple possa presentare un nuovo iPad il prossimo marzo. E’ quindi probabile che l’aggiornamento permetta all’iPad di terza generazione di superare il tradizionale ciclo di vita annuale, lasciando spazio nell’evento di marzo ad altri prodotti della Mela, come ad esempio l’atteso televisore Apple.

....
condividi 0 Commenti

Nuovo iPad arriva in Cina: tutto tranquillo agli Apple Store

pubblicato da Rosario

nuovo_ipad_cina

Mentre qui da noi siamo alle prime ore della mattina, in Cina il giorno è già avanti: un 20 luglio piuttosto importante per gli Apple-fan della nazione asiatica, visto che proprio per oggi era stato fissato il lancio del Nuovo iPad, ormai a mesi di distanza dal suo arrivo sul mercato in altre parti del mondo.

Le uscite dei nuovi prodotti Apple in Cina come saprete, sono tradizionalmente tenute d’occhio a causa delle enormi file all’ingresso degli Apple Store, dove l’ultimo esempio è stato quello di iPhone 4S la quale vendita è stata sospesa per motivi di ordine pubblico.

A quanto pare però, per il Nuovo iPad non è stato così, come viene testimoniato in giro per il web: l’immagine che vedete qui sopra proviene dall’account Twitter di @beijingdou, che ha così documentato il lancio del tablet nell’Apple Store del distretto di Sanlitun, a Pechino.

La calca tipica delle uscite sul mercato cinese sarebbe quindi stata evitata almeno per questa volta, anche a quella che The Next Web riporta come una migliore gestione della fila, con l’introduzione di cancelli di sicurezza e la presenza di un numero maggiore di guardie.

....
condividi 0 Commenti

iPad fa risparmiare a Qantas 5.500 tonnellate di carta l'anno

pubblicato da Giacomo "aW" Martiradonna

Se vi ha sorpreso il risparmio di 140 miliardi di dollari della Grecia, allora sentite questa. La compagnia aerea australiana Qantas ha recentemente piazzato un ordine da ben 2.200 iPad da 64 GB -non è chiaro se di seconda o terza generazione- da consegnare ai suoi piloti durante i voli. Ciò consentirà di risparmiare da subito qualcosa come 5.500 tonnellate di carta stampata l’anno.

Ogni giorno, Qantas stampa globalmente 18.000 pagine di diagrammi, piani di volo, manuali e moduli da utilizzare in cabina di pilotaggio, per un peso complessivo di 20 kg. Basta fare una semplice moltiplicazione per ottenere migliaia e migliaia di tonnellate di carta e inchiostro che hanno letteralmente una durata di vita di 24 ore. Per questa ragione, la società ha deciso di passare ai tablet di Cupertino con un impegno notevole in termini di investimento: ben 2.200 iPad, ognuno dei quali dotati di due applicazioni specifiche create per sopperire alle necessità di tecnici e piloti. Così facendo, si passa dalle attuali 18.000 pagine al giorno di stampato ad un massimo di 3.000.

Il capitano Alex Passerini spiega:

“Le rivoluzionarie capacità della tecnologia alla base di iPad, unite alla potenza delle app custom, fornirà la possibilità di rimpiazzare voluminose copie cartacee, risparmiando così tempo, risorse e costi.”

Una notizia decisamente interessante ma non pionieristica. Tempo addietro abbiamo già parlato di approcci simili adottati anche da American Airlines oppure dalla compagnia low cost Scoot Pte; in quest’ultimo caso, in particolare, il passaggio ad iPad come sistema di intrattenimento ha consentito risparmi ingentissimi sui costi del carburante.

Photo | Yahoo News

In arrivo una versione aggiornata del nuovo iPad ?

pubblicato da xtom

Tipicamente le indiscrezioni che parlano di una nuova versione di un dispositivo iOS prima della scadenza del tradizionale ciclo di vita annuale vengono puntualmente smentite, tuttavia questa volta non si tratta di un nuovo prodotto, ma dell’aggiornamento di alcuni componenti hardware dell’iPad di terza generazione.

Qualche assiduo lettore ricorderà infatti che il nuovo iPad è stato lanciato nei tempi previsti, ma seguendo il piano B, ovvero ricorrendo a dei pannelli LCD IPS con risoluzione di 2048 x 1536 pixel, una densità talmente alta da poter essere considerati dei Retina Display, tuttavia Apple aveva previsto nel piano A di utilizzare dei pannelli realizzati con tecnologia IGZO, molto più sottili e parchi di energia.

Sharp però non sarebbe riuscita a produrre in tempo i display IGZO richiesti da Cupertino e questo avrebbe provocato una parziale riprogettazione del tablet, aumentandone lo spessore ed i tempi di ricarica della batteria, chiamata ad erogare una quantità superiore di energia per alimentare il pannello LCD e la forte retroilluminazione necessaria per visualizzare con il corretto contrasto le immagini.

Secondo alcune indiscrezioni i pannelli IGZO sarebbero ormai pronti ed Apple potrebbe quindi adottarli per la produzione dell’iPad di terza generazione, tuttavia sembra difficile che questo comporti anche una modifica dello spessore della scocca. Alcuni sostengono infatti che Apple potrebbe tenere da parte questi pannelli IGZO per il prossimo iPad, che grazie al minor consumo potrebbe adottare delle batterie più sottili e quindi ridurre ulteriormente lo spessore complessivo.

[via cultofomac]

....
condividi 0 Commenti

iPad: nuovo spot TV nel giorno di Microsoft Surface

pubblicato da Rosario

Nel giorno in cui Microsoft ha svelato al mondo il suo nuovo tablet chiamato Surface, la prima contromossa di Apple è stata quella di pubblicare un nuovo spot per l’ultimo modello di iPad, il cosiddetto “nuovo” uscito a metà marzo.

La pubblicità in questione porta l’eloquente titolo “Do It All”, e si concentra sulle molteplici possibilità offerte da iPad: da quelle più ovvie come la visione di video, alla possibilità di far girare sul tablet Apple ogni tipo di software in modo rapido ed efficiente, compresi quelli che prevedono un uso attivo come iMovie.

Paura di Surface? Chi lo sa. Nel frattempo giusto per curiosità e a beneficio di chi se le fosse perse vediamo quali saranno le caratteristiche tecniche del tablet Microsoft: schermo Full HD da 10.6“, configurabile con 32Gb o 64Gb su Windows RT oppure 64Gb o 128Gb su Windows 8 Pro. Elementi su Surface erano come forse saprete già trapelati durante la giornata di ieri, nella quale è avvenuto l’annuncio ufficiale della società di Redmond.

Via | Macnn.com

OTG, 7.000 nuovi iPad negli aeroporti

pubblicato da Giacomo "aW" Martiradonna

Un operatore aeroportuale statunitense, OTG, ha appena piazzato un ordine da ben 7.000 iPad di nuova generazione da impiegare nelle proprie postazioni di Minneapolis-St. Paul, Toronto e New York. La decisione è giunta dopo un periodo di test, e potrebbe potenzialmente portare ad ulteriori importanti investimenti nel comparto; e già si parla di “decine di migliaia” di tablet Apple.

Il programma pilota ha avuto una durata di 18 mesi ed ha dato esito più che positivo. Grazie all’iPad, i clienti possono fare ordini, passare il tempo coi giochi, oppure navigare sul Web e su Facebook. Tutto attraverso app proprietarie e sistemi di sicurezza software che cancellano la cronologia e i dati personali alla sola pressione del pulsante Home. Ogni informazione -menu, prezzi, piatti del giorno- è aggiornata in tempo reale, e in ogni momento è possibile richiedere l’assistenza al tavolo attraverso il pulsante virtuale dedicato.

In futuro, OTG vorrebbe poter sfruttare questo arsenale per campagne pubblicitarie, sconti e per l’acquisto di accessori, da ritirare direttamente nei vari negozi partner dell’aeroporto. Durante i test, gli iPad sono stati incastonati in degli stand inamovibili, ma in futuro dovrebbero finire direttamente sui tavoli, agganciati ad una connessione per la ricarica.

Se tutto va come deve andare, insomma, tra pochi anni OTG piazzerà altre migliaia di iPad anche nelle altre location in cui opera, tra cui l’O'Hare di Chicago, il Logan di Boston, l’aeroporto di Orlando, il Ronald Reagan di Washington e molti altri. Al di là degli stessi Apple Store, commenta soddisfatto il CEO di OTG Rick Blatstein, il loro è lo “schieramento consumer di iPad più massiccio al mondo.”

....
condividi 2 Commenti

Apple, multa australiana da 2,25 milioni di dollari per il 4G

pubblicato da Giacomo "aW" Martiradonna

In un trafiletto dell’Australian si legge che Apple dovrà sborsare la bellezza 2,25 milioni di dollari australiani per onorare la multa comminatale a causa dell’uso improprio del termine 4G in Australia.

La notizia è asciutta ma chiarissima:

Apple pagherà più di $2 milioni di multa per l’ammissione d’aver fuorviato il pubblico in Australia, vendendo il suo nuovo iPad come 4G-compatibile. La Corte Federale questa mattina è stata messa a parte del fatto che il gigante del computer si è dichiarato favorevole ad un accordo extragiudiziale con la Australian Competition and Consumer Commission da cui erano partite le accuse: il nuovo iPad non poteva accedere ai network 4G locali, nonostante fosse venduto come “WiFi+4G.”

Il problema, in buona sostanza, è nato quando i clienti hanno iniziato ad accorgersi che il loro iPad+4G non andava molto più veloce di prima; anzi, a dirla tutta non non andava neppure in LTE 4G, visto che in Australia non esistono network compatibili. Alle inevitabili accuse di pubblicità ingannevole, Cupertino ha dovuto rispondere difendendo tutto da una parte e facendo retromarcia dall’altra. Tant’è che mentre accordava agli utenti un piccolo rimborso, ha deciso anche di tagliare la testa al toro e di rinunciare al brand 4G in quasi tutti i paesi del mondo compreso il nostro.

L’errore di fondo è stato quello di commercializzare come “iPad con Wi-Fi e 4G LTE” un dispositivo compatibile esclusivamente con l’LTE del Nord America e del Canada. Da cui la decisione di ribattezzarlo semplicemente “iPad WiFi + Cellular” grazie ad un apposito sticker applicato sulle confezioni da smerciare. Ad averci pensato prima.

....
condividi 8 Commenti

Niente più limiti sull'acquisto degli iPad dall'11 giugno

pubblicato da Giacomo "aW" Martiradonna

Un po’ per motivi di inventario e un po’ per prevenire lucrose rivendite su eBay, Apple impone un limite massimo di due iPad per ordine, sia nei negozi fisici che sull’Apple Store online. Entro pochi giorni, tale soglia cadrà definitivamente; la conferma arriva da un documento ufficiale di Cupertino.

La comunicazione diramata da Apple è piuttosto esplicita:

A tutti i paesi
A tutti gli impiegati (disponibile solo in inglese per ragioni di tempestività)

I limiti sulla quantità negli acquisti degli iPad sono stati rimossi con effetto immediato. Il limite di due iPad per transazione resta in vigore esclusivamente per Hong Kong.
Questi cambiamenti si rifletteranno sullo Store online a partire dall’11 giugno.

L’11 giugno, neanche a farlo apposta o forse proprio per quello, corrisponde anche all’inizio del WWDC 2012; ma al di là di ogni possibile teoria complottista, la coincidenza implica semplicemente che la catena delle forniture dell’iPad è finalmente in grado di sopperire egregiamente alla domanda di mercato. La permanenza del limite a Honk Kong, invece, si spiega coi preoccupanti fenomeni di violenza registrati durante il lancio del nuovo iPad e che hanno reso necessario l’intervento della polizia.

....
condividi 0 Commenti

L'iPad mini che non c'è è la più grossa minaccia per Apple

pubblicato da Giacomo "aW" Martiradonna

L’agguato all’iPad teso dal Kindle Fire ha avuto vita breve. Dopo un expolit durato pochi mesi, infatti, il tablet di Amazon ha finito col rompere le uova nel paniere più a Google che ad Apple e ora, in assenza di novità di rilievo, rischia un penoso declino. E mentre Android versa ancora al 6% di preferenze tra i possibili acquirenti, un interessante studio di ChangeWave mostra un effetto peculiare della forza esercitata da Apple nel settore: il più grosso competitor dell’iPad, ironia della sorte, è l’iPad mini che non c’è.

Dei 2.893 consumatori intervistati che hanno in mente di acquistare un tablet nei prossimi 3 mesi, solo l’8% investirà i suoi risparmi in un Kindle Fire; un netto scivolone rispetto al 22% dello scorso novembre. Per contro, il 73% preferirà un qualche modello con la mela sopra, sopratutto in virtù del recente aggiornamento avvenuto lo scorso marzo. Al terzo posto nella classifica dei desideri degli utenti alligna invece il Galaxy Tab della Samsung col 6% delle preferenze totali.

La vera sorpresa, probabilmente, sta nel fatto che nessun attuale competitor risulta in grado di intaccare la reputazione di Apple; tant’è che un eventuale iPad mini -ovvero un gingillo col notevole handicap dell’inesistenza- si guadagna già un 3% di “acquisto molto probabile” e un 14% di “acquisto probabile.” Paul Carton, vice presidente della ricerca presso ChangeWave, ha commentato il fenomeno in questi termini:

Al momento, la più grande minaccia competitiva al nuovo iPad arriverà dall’iPad mini, che neppure esiste, ma che seppure esistesse sarebbe prodotto da Apple.

Il che, contrariamente alle banalità da Web-chiacchiericcio, non implica affatto che gli utenti Apple comprino qualunque cosa abbia una mela sopra; è semmai la prova che i prodotti Apple sono solitamente molto ben progettati e realizzati. O almeno questa è la percezione dell’utenza pagante, che poi è quella conta davvero.

Basti pensare che l’81% degli intervistati si dice soddisfatto o molto soddisfatto del nuovo iPad, contro il 71% della precedente generazione. Il Galaxy, di contro, non supera il 46% mentre il Kindle Fire arriva a malapena al 41%.

....
condividi 2 Commenti