Find my iPhone: utile ma non a prova di ladro


La possibilità di tracciare il proprio iPhone tramite la nuova funzione di MobileMe e iPhone OS 3.0 è, sicuramente, una delle feature più interessanti tra quelle presentate nel corso dell'ultimo WWDC.
Approfondendone le caratteristiche, tuttavia, alcuni già hanno notato alcune limitazioni.
Se, infatti, la funzione è utile (come dice il nome) per trovare il proprio melafonino smarrito, meno efficace appare la protezione contro il furto: Find my iPhone è facilmente disattivabile attraverso le impostazioni del telefono e se dunque il malintenzionato ladro dovesse essere un minimo esperto del software di iPhone, non gli ci vorrebbe molto tempo per rendere inefficace qualsiasi protezione.
Da sottolineare che anche la funzione di remote wipe verrebbe in questo modo disattivata.

Per ora l'unico rimedio disponibile è il blocco con codice, funzione che richiede l'inserimento di una serie di 4 cifre ad ogni riattivazione del telefono: l'efficacia è alta, tuttavia la funzione è piuttosto scomoda.

Sarebbe sufficiente che Cupertino proteggesse per mezzo di una password l'attivazione/disattivazione della funzione Find my iPhone per risolvere il problema; non è escluso che Apple corra ai ripari già con la versione di iPhone OS 3.0 in uscita il prossimo 17 giugno, sebbene la versione del software distribuita agli sviluppatori sia etichettata come gold master, dunque praticamente definitiva.

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: