Nuove indiscrezioni su iPhone e MacBook


John Gruber, noto per l'accuratezza e qualità delle indiscrezioni solitamente fornite, su questa pagina di Daring Fireball si lancia in una serie di soffiate e rumors che sembrano corrispondere perfettamente con quelli circolati sin'ora sulla prossima generazione di iPhone, ma aggiunge qualche dettaglio in più e un pronostico sui MacBook.

Secondo Gruber, il melafonino che verrà sarà dotato di un processore di nuova concezione (i già visti Cortex) che, a parità di clock, sarà comunque più veloce di quelli attualmente montati su iPhone ed iPod touch:


Facciamo che le indiscrezioni siano vere - e io ritengo che lo siano - e che la CPU della prossima generazione di iPhone girerà a 600 MHz. Così come un Pentium 90 MHz era più veloce di 1,5 volte rispetto ad un 486 a 60 MHz, la CPU da 600 MHz del prossimo iPhone sarà almeno 1,5 volte più veloce della attuale CPU a 400 MHz.

E col doppio della memoria a disposizione (128 MB di RAM per un totale di 256 MB), di certo le applicazioni saranno più scattanti e la navigazione più agevole. Gruber conferma anche la presenza del magnetometro e delle capacità di registrazione video, ma sostiene che il form factor rimarrà grossomodo lo stesso, con un case impercettibilmente differente rispetto all'attuale iPhone 3G.

Infine, le fonti di Gruber suggeriscono una piccola rivoluzione nella linea dei MacBook. Secondo lui, tutti i portatili in alluminio verranno ribattezzati "MacBook Pro" (quindi anche i modelli che attualmente ricadono nel brand "MacBook"), e la dicitura "MacBook" sarà appannaggio unico delle unità in policarbonato bianco. Il che, se non altro, porrebbe fine a quella inelegante frammentazione all'interno della linea consumer dei portatili Apple.

  • shares
  • Mail
20 commenti Aggiorna
Ordina: