Apple cambia la policy per gli iPhone danneggiati dall'acqua


Di norma, incidenti della gravità di un tuffo in piscina non permettono riparazioni in garanzia per un iPhone (ma neanche per il peggiore tostapane). In passato, se aveste dunque avuto la malaugurata sorte di far cadere il gioiellino delle telecomunicazioni Apple in una pozzanghera abbastanza grande da danneggiarlo, o in un braccio di mare abbastanza piccolo da portercelo ritrovare, avreste dovuto ricomprarne un altro.

Da oggi questa policy cambia, almeno negli Apple Store americani, anche se dovremmo augurarci o aspettarci un comportamento simile anche in Italia, almeno per i clienti iPhone con contratto.

Chi riporta un iPhone rotto perché bagnato, negli Store USA, oggi ne riceve uno nuovo o "ricondizionato" (refurbished) per soli 199 dollari, trasferendo comodamente il suo contratto e la sua SIM. Quest'estate andremo in spiaggia più tranquilli?

[Via | Ars Technica]

  • shares
  • Mail
14 commenti Aggiorna
Ordina: