Gli Zune (e il player mp3 puro) sono al capolinea?


Se le vendite di iPod sembrano non sentire la crisi, non si può dire lo stesso di Zune, il concorrente di Microsoft.

Oltre al calo degli utili, di cui abbiamo già parlato, sembra che la "piattaforma Zune" (che comprende tanto i dispositivi quanto il Marketplace musicale) abbia subito un vero e proprio tracollo: -54% di incasso, circa 100 milioni di dollari in meno per le casse di Redmond.

Il piano di ristrutturazione annunciato da Microsoft potrebbe vedere l'azzeramento dell'intera divisione che si occupa dei dispositivi multimediali: un risparmio nell'immediato che, tuttavia, lascerebbe ad Apple il dominio incontrastato del mercato.

Volendo fare una analisi più ampia, il crollo di vendite dello Zune potrebbe essere letto come canto del cigno del lettore musicale "puro": l'interesse dell'utenza si starebbe spostando verso dispositivi più avanzati e complessi, che permettano non solo la fruizione musicale, ma anche la possibilità di riprodurre contenuti multimediali e compiere operazioni avanzate, come l'emailing ed il browsing web.

Secondo alcuni analisti, infatti, perfino Apple non sarebbe immune a questa tendenza: per quanto i dati diffusi da Cupertino non lo dicano in modo esplicito, pare che a trainare il settore iPod sia il modello "touch", mentre i lettori tradizionali con la mela siano in netto calo.

  • shares
  • Mail
15 commenti Aggiorna
Ordina: