Microsoft, lo spot di Windows 8 evidenzia le lacune di iPad

In un recente spot dedicato al VivoTab Smart di ASUS, un tablet con Windows 8, Microsoft prende di punta l'iPad. E lo fa con la voce di Siri.

vivotab_vivotab_smart_asus

Dimenticate pure la vecchia saga Mac vs PC, perché oramai la guerra si è spostato sui terreni dell'era Post-PC, come la definiscono quelli di Apple. In queste ore, Microsoft è partita all'attacco di Apple con un nuovo spot dedicato al VivoTab Smart di ASUS.

La struttura della réclame è collaudata. Da una parte c'è il tablet da promuovere, descritto come una macchina di produttività robusta e potente, e dall'altra un iPad che -sembra di capire- al massimo possiamo usare per un videogioco ogni tanto o giù di lì. La peculiarità e la vera provocazione del video è che ad accompagnare le immagini c'è la voce di Siri, perennemente incartata in un "Mi dispiace ma non posso" fare questo o quello.

Si comincia con le tiles di Windows 8, dinamiche e sempre cangianti, messe a confronto con le icone statiche di iOS: "mi dispiace, ma non mi aggiorno in quel modo." Poi, durante la riproduzione d'un filmato, una mano controlla la posta di Outlook senza cambiare schermata; su iPad, ovviamente, questo non è possibile per le limitazioni stesse del multitasking voluto da Cupertino. Ecco perché il modesto assistente virtuale con la mela è costretto a scusarsi di nuovo: "mi dispiace, ma posso fare solo una cosa alla volta."

"Immagino che PowerPoint, però, non sia una di quelle," aggiunge poco dopo. Sugli schermi dei due dispositivi compaiono rispettivamente PowerPoint per Windows 8 e Apple Keynote, ma l'impressione che se ne ricava è che l'iPad possa a mala pena effettuare uno zoom sulle slide o poco più: risulta praticamente inutilizzabile. Peccato che l'Asus non faccia altro che riposizionare una volgarissima slide; non ce ne vogliamo a Redmond, ma è una di quelle feature tranquillamente supportate da Keynote fin dal giorno del suo debutto.

"Magari dovremmo solo fare i Chopsticks," con riferimento al celebre valzer per pianoforte composto nel 1877 dall'inglese Euphemia Allen. E lo suona pure male, stonando e andando fuori tempo. Infine, compaiono i prezzi -699$ per iPad e 449$ per l'Asus- e il motto dello spot, cioè "meno chiacchiere, più fatti."

Passino le stecche su GarageBand, chiara allusione al duetto tra iPad e iPad mini, ma per quale ragioni si dà per scontato che tutti sceglieranno l'iPad da 64GB? In ogni caso, è un dato di fatto che a parità di storage il tablet Microsoft costi 250$ in meno. Trovate il video qui sotto. Buon divertimento.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: