Apple lascia andare le fughe di notizie


Gli ultimi keynote di Steve Jobs hanno riservato agli appassionati molte meno sorprese di quelle a cui erano abituati: pensiamo al case dell'iPhone 3G, rivelato in anticipo da molte foto, oppure all'intero keynote Let's Rock, interamente previsto fin nei particolari da Kevin Rose. Molti utenti si sono chiesti il perché Apple non abbia sguinzagliato, come in passato, i suoi legali per far rimuovere il materiale di sua proprietà. A rispondere a questo quesito ha pensato Nicholas Ciarelli, autore di Think Secret, che ha dovuto chiudere il suo sito dopo una querela di Apple.

Secondo Ciarelli, Apple potrebbe aver cambiato la sua linea di gestione per vari motivi, il primo tra questi è forse la pubblicità negativa generata da cause e querele che, in qualche caso, hanno chiuso la bocca a molti blog. Ciarelli sostiene inoltre che molti siti di rumors godono ora di grossi sostegni finanziari, come Engadget, che è stato acquisito da AOL. Apple rischierebbe, quindi, di fronteggiare delle multinazionali con inutili cause di proporzioni esagerate.

Questa nuova posizione di Apple può essere più o meno condivisibile. Quel che è certo è che i prossimi keynote non saranno più come quelli di una volta e che molti utenti rimpiangeranno le presentazioni piene di sorprese inaspettate e completate dall'ormai scomparso "One more thing".

[via MacNN]

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: