Bill Gates ricorda Steve Jobs: "Siamo cresciuti assieme"

In una intervista televisiva, il fondatore di Microsoft ha parlato con trasporto di Steve Jobs, ricordando alcuni bei dettagli dell'ultima conversazione avuta, poco prima della morte dell'iCEO.

jobs_gates_60_minutes

Bill Gates e Steve Jobs Sono stati per lungo tempo i due volti dell'innovazione tecnologica e, nel bene e nel male, hanno segnato con modi e tempi diversi la storia dell'informatica. Nella puntata di questa settimana di 60 Minutes, una storica trasmissione tv della CBS, Charlie Rose ha invitato il fondatore di Microsoft e ha rivissuto con lui alcuni momenti significativi di questo rapporto.

In un crescendo di emozione che mai abbiamo visto sul suo volto, Gates ha raccontato della visita fatta a Palo Alto a casa dell'amico/nemico, qualche tempo prima che morisse nell'ottobre del 2011. La discussione tra i due, in quell'occasione, si rivelò diversa da tutte le altre; fu "proiettata verso il futuro:"

"Mi ha mostrato la barca a cui stava lavorando e abbiamo parlato di quanto morisse dalla voglia di salirci sopra, anche se entrambi sapevamo che c'erano pochissime possibilità che ciò accadesse." [...]
"Lui ed io, in un certo senso, siamo cresciuti assieme. Tra di noi passava solo un anno di differenza d'età, ma entrambi eravamo per lo più ingenuamente ottimistici, e abbiamo costruito grandi società. E tutto quel che sognavamo di creare ed imparare lo abbiamo fatto. E per lo più come rivali. Ciononostante, abbiamo sempre mantenuto un certo rispetto e la comunicazione, perfino nel periodo in cui era malato."

Invece di parlare della malattia e dei brutti giorni che lo aspettavano, Jobs "non si mostrava malinconico" né "inveiva contro la cattiva sorte." Discorreva del futuro e di come, nonostante i loro tanti successi, non fossero riusciti a migliorare materialmente l'educazione e la scuola attraverso la tecnologia. Da iPhone e soprattutto iPad, sembra di capire, l'iCEO si aspettava perfino di più.

Quando gli viene chiesto qual è l'aspetto di Jobs che più ammirava, Gates non può fare a meno di rievocare il suo "senso del design, la sensazione che tutto dovesse rientrare entro certi canoni estetici. Il fatto che lui, nonostante un modesto background in ingegneria, abbia dimostrato che il design può guidarti sulla strada giusta. Una strada che ha portato a prodotti fenomenali.%3

  • shares
  • +1
  • Mail