iPhone 5S con lettore di impronte digitali, per il CIO di PayPal l'era delle password è finita

Il lettore di impronte digitali presente nel prossimo iPhone permetterà di dire addio all'inserimento delle password secondo il CIO di PayPal

Tutte le indiscrezioni concordano nel ritenere che il prossimo iPhone 5S sarà esteticamente del tutto simile all'attuale iPhone 5, mentre per quanto riguarda l'hardware è atteso un processore più potente ed una fotocamera con maggior risoluzione coadiuvata da un doppio flash.

La novità più rivoluzionaria dell'iPhone 5S sarà tuttavia la presenza di un lettore di impronte digitali, che permetterà di attivare tutta una serie di nuovi servizi di autenticazione, sia per l'accesso alle funzionalità del dispositivo, sia per effettuare il login ai servizi cloud di Apple o alle transazioni commerciali di iTunes.

Nel corso di una recente presentazione Michael Barrett, Chief Information Security Officer di PayPal, ha affermato che presto l'inserimento di PIN e password diventeranno un ricordo del passato, grazie all'introduzione dei lettori di impronte digitali negli smartphone.

Non è chiaro quanto direttamente Barret sia a conoscenza dei piani di Apple, ma sembra piuttosto ben informato:


Diverse voci dicono che un'importante azienda tecnologica di Cupertino lancerà tra qualche mese un telefono con lettore di impronte digitali.
Entro la fine dell'anno ci saranno non uno, ma diversi telefoni dotati di lettore di impronte digitali.

Nonostante nei tradizionali computer i lettori di impronte digitali non abbiano riscosso grande successo, l'introduzione di questa tecnologia nell'ecosistema di Apple potrebbe finalmente diffondere l'utilizzo di queste modalità di autenticazione, è c'è da scommettere che anche i concorrenti seguiranno l'esempio dotando i prossimi smartphone di lettori di impronte digitali.

Michael Barrett è tra l'altro presidente della Fast Identity Online (FIDO) Alliance, che si occupa proprio di promuovere e definire modalità di autenticazione alternative alla classica accoppiata di user e password, per evitare frodi e fishing, basandosi sulla combinazione di hardware, software e servizi online.

Nonostante Tim Cook dica che sia ancora troppo presto per i pagamenti con iPhone, non è difficile immagine che tra qualche anno potremmo accedere a PayPal solo con il tocco di un dito sull'iPhone.

  • shares
  • +1
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: