Samsung Galaxy S4, lo spot prende in giro iPhone

Il nuovo spot di Samsung dedicato al Galaxy S4 prende nuovamente di mira iPhone, il suo antagonista per eccellenza. Ecco il video al completo.

iphonesamsung

L'ambientazione è prettamente estiva e molto familiare: estate, piscina, tanti amici e parenti, e una grigliata con "spettacolari costolette" alla brace. Ed è in un contesto simile che si consumano i 93 secondi di sfottò ininterrotto ad Apple.

Scott, il personaggio principale dello spot, si è appena diplomato al college e per l'occasione ha organizzato un "graduation party." Si avvicina al BBQ e scatta una fotografia -aggiunta in post produzione, si legge sotto- che dovrebbe riuscire a catturare anche l'odore della carne che sfrigola. Si tratta ovviamente di una boutade, visto che nessun dispositivo attualmente in commercio è in grado di simili prodigi; come se il regista volesse abituarci subito all'idea che non tutti gli smartphone sono egualmente "smart." E qui inizia il bello.

Mentre mangia, il Galaxy S4 di Scott squilla: è un amico che lo chiama per congratularsi con lui. La risposta non avviene per contatto fisico ma tramite un Air Gesture, cosa che gli evita di impiastricciare di salsa il display. "Mi stai prendendo in giro," afferma qualcuno al tavolo con lui, "quello è il modo con cui rispondi al telefono?"

Nella scena successiva, c'è chi scatta una foto. Per passarsela tra dispositivi, due giovani utenti Samsung possono avvicinare i propri telefoni e sfruttare la funzione S Beam; gli zii (o i genitori?), tecnologicamente digiuni e decisamente più attempati, vorrebbero fare la stessa cosa. "Possiamo condividerla anche noi?" Ma la risposta è negativa. Il loro iPhone, si capisce senza che nessuno nomini mai il brand, non è abbastanza cool e moderno per simili ritrovati della tecnologia. Come se non esistessero mail, iMessage o app di terze parti.

Poi, viene mostrata una feature che consente di fondere in un unico scatto una sequenza di fotografie, e un'altra che permette di accendere e controllare da remoto la Smart TV in salotto. Con una facilità e una rapidità che paiono un filo troppo plastificate per risultare verisimili.

Lo spot di quest'anno riprende un filone caro alla società sudcoreana, quello della burla ai danni di Apple e della sua utenza. Rispetto agli esordi di pessimo gusto, tuttavia, col tempo lo humour si è sostituito alle allusioni offensive, con campagne davvero gustose e molto ben congegnate. Qui di seguito trovate il filmato al completo. Buona visione.

  • shares
  • +1
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: