Il taglio di prezzo degli iPod touch è insufficiente?


Stando a quanto dichiarato da Shaw Wu, analista di American Technology Research, i tagli operati da Apple sulla sua linea di iPod touch sono graditi ma potrebbero non essere sufficientemente allettanti da portare ad una impennata delle vendite. Il motivo sarebbero gli iPhone 3G sovvenzionati dagli operatori.

L'analista, uno di quelli che aveva pronosticato la riduzione sui touch effettivamente annunciata all'Apple Event di Martedì scorso, ritiene che l'abbassamento generale del costo della componentistica (in particolare delle memorie NAND Flash) assorbirà gran parte dei tagli senza colpire i margini di Apple, soprattutto se consideriamo che gli iPod shuffle hanno mantenuto prezzi pressoché invariati. E ciò è un bene, ma il problema risiederebbe altrove.

La fascia di prezzo in cui sarebbe collocato l'iPod touch - tra i 199$ e i 399$ - sarebbe pericolosamente vicina a quella degli iPhone 3G che spesso, grazie agli sconti praticati dai gestori, hanno prezzi che partono da 199$ e 299$; questo, secondo Wu, potrebbe rendere meno interessante l'acquisto del player musicale.

Giudizio più che positivo, invece, per i nuovi iPod nano 4G, i cui prezzi sono ritenuti adeguati e che venderanno certamente bene durante il periodo natalizio. Tuttavia, secondo AmTech, le stime di vendita restano quelle fissate prima dell'evento Apple, e cioè 11 milioni di iPod nel trimestre di settembre e 24 in quello di dicembre.

  • shares
  • Mail
26 commenti Aggiorna
Ordina: