Apple: mai venduti così tanti Mac


Il 2008 potrebbe, passare alla storia come l'anno d'oro di Apple: e il bello è che il merito non sarà del fin troppo chiacchierato iPhone (dal quale, comunque, ci si aspettano vendite straordinarie) ma dal caro e vecchio Mac.
3 milioni di calcolatori venduti in un trimestre fiscale, con una previsione di oltre 10 milioni di computer venduti nel costo del 2008: le proiezioni sono di Mike Abramsky, analista di RBC, che prevede una crescita year-over-year di oltre il 40%.

Il merito della straordinaria forza della piattaforma Mac sul mercato è da ricercarsi in diversi fattori: la debolezza di Windows Vista non è da sottovalutare, ma sono soprattutto le promozioni per gli studenti e l'effetto halo di iPod e iPhone a trainare la "voglia di Mac", oltre all'azzeccatissima campagna pubblicitaria Get-a-Mac.

Il sorpasso dei notebook rispetto ai desktop, poi, non è più una novità in casa Apple: oltre il 50% dei Mac venduti sarà, infatti, un laptop.

A questa analisi si aggiungono le più che rosee previsioni di Merryl Linch sul titolo AAPL che, nonostante il difficile momento dei mercati internazionali, dovrebbe raggiungere nuovamente i $200 entro la fine dell'anno.

In coda a questi numeri arriva anche la chiosa dei uno dei più noti analisti del mondo Apple, Gene Munster, secondo cui il rinnovamento di Apple iniziato nel 1997 con il ritorno di Steve Jobs si può considerare compiuto, con Cupertino tornata a contare anche nei numeri di vendita di computer.
Chi ricorda i tempi bui di MacOS 7, dei Performa e dei Quadra faticherà davvero a credere a queste cifre...

  • shares
  • Mail
72 commenti Aggiorna
Ordina: