iPhone e iPad in volo, anche la UE ha detto sì

Sulla scia della decisione analoga presa negli USA, anche la UE permetterà ai viaggiatori di utilizzare i dispositivi elettronici durante tutte le fasi del volo, decollo e atterraggio compresi.

ipad-in-volo
Aggiornamento del 15 novembre 2013, a cura di Giacomo Martiradonna.

Non è passato molto tempo da quando Federal Aviation Administration statunitense ha formalmente dato il via libera all'uso dei dispositivi elettronici come iPhone, iPad e Kindle durante tutte le fasi del volo compresi decollo e atterraggio. E ora, finalmente, tocca anche a noialtri. La European Aviation Safety Agency (EASA), infatti, ha appena varato due nuove normative che consentiranno non soltanto di tenere accesi i propri gingilli mobili gate-to-gate ma perfino di navigare e comunicare attraverso le reti 3G e 4G ad altitudini superiori ai 3000 metri di altezza.

Ovviamente, la modalità aereo va attivata all'inizio e alla fine di ogni volo di linea, ma il dispositivo in sé può restare acceso. "Questo," ha spiegato il direttore esecutivo della EASA Patrick Ky, "è un passo importante nel processo di espansione della libertà nell'uso dei dispositivi elettronici personali sugli aeromobili senza che la sicurezza venga compromessa."

Ad ogni modo, attenzione perché si tratta di linee guida destinate agli operatori e non di un diritto assoluto; detto in altre parole, ogni compagnia ha il diritto di implementarle o meno, all'interno dei paletti posti dall'ente. Anche se è facile ipotizzare che presto nasceranno moltissimi nuovi servizi a pagamento un po' ovunque. Una manna dal cielo per i bilanci sempre più disastrati delle compagnie aree.

Le direttive complete arriveranno entro la fine del mese; a quel punto scopriremo cosa e quanto è effettivamente concesso. Ma di sicuro, per gli utenti è una bella notizia.

iPad e iPhone in volo, via libera all'uso durante decollo e atterraggio


planeipad
Aggiornamento del 27 settembre 2013, a cura di Giacomo Martiradonna.

La Federal Aviation Administration (FAA), l'agenzia del Dipartimento dei Trasporti statunitense incaricata di regolamentare e supervisionare l'aviazione civile, allenterà presto le procedure di sicurezza, consentendo agli utenti di utilizzare dispositivi come iPad e Kindle anche durante le fasi di decollo e atterraggio. Nelle ultime raccomandazioni sulle restrizioni in volo stilate dalla Federal Aviation Administration Advisory Committee, infatti, si legge:

Durante una sessione a porte chiuse, i 28 membri della commissione hanno concordato sulle nuove indicazioni, hanno riferito gli ufficiali. Le raccomandazioni saranno incluse in un report che verrà consegnato alla FAA la prossima settimana.

Allo stato attuale, è vietato l'uso di apparecchiature elettroniche al di sotto dei 10.000 piedi, e questa è la ragione per cui viene chiesto ai viaggiatori di spegnere tutto durante le fasi di decollo e atterraggio. Il divieto tuttavia non vale per i piloti, che infatti hanno sostituito da tempo la documentazione cartacea con gli iPad; ci sono compagnie che, con iPad, hanno addirittura abbattuto peso e consumo dei velivoli, aumentando al contempo lo spazio a disposizione per i clienti.

È dallo scorso marzo che si parla della questione, e oramai è praticamente cosa fatta. Ovviamente, la novità riguarda specificatamente il mercato statunitense, ma a questo punto un'apertura simile anche nel Vecchio Continente appare sempre più probabile.

iPad in volo, la FAA ne permetterà l'uso durante decollo e atterraggio

A dire del New York Times, la FAA vorrebbe snellire un po' le restrizioni vigenti sui voli già entro la fine dell'anno. Ciononostante, c'è ancora parecchio lavoro da fare a livello normativo. Occorre per esempio stabilire quali dispositivi sarà possibile tenere accesi durante il decollo e l'atterraggio, oppure cosa si intende per "modalità aereo:"

Secondo le persone che lavorano con l'industria, la Federal Aviation Administration ha dato il via l'anno scorso allo studio dei dispositivi portatili elettronici sugli aerei; l'agenzia spera di annunciare entro la fine di quest'anno l'ammorbidimento delle regole relative alla consultazione dei dispositivi durante decollo e atterraggio. Il cambiamento non includerà i telefoni cellulari.
Un membro del gruppo e un funzionario della FAA, entrambi rimasti anonimi per l'impossibilità di divulgare pubblicamente le discussioni interne, hanno affermato che l'agenzia è stata posta sotto un'incredibile pressione per consentire alle persone di leggere i loro dispositivi sugli aerei, o per fornire quantomeno solide basi scientifiche sulle ragioni che rendono la pratica sconsigliabile.

Una richiesta del tutto ragionevole, tutto sommato. In fondo, molte compagnie aeree hanno da tempo sostituito i supporti cartacei delle cabine di pilotaggio con iPad che vengono tenuti accesi durante tutte le fasi di volo; e allora, perché ai clienti vengono applicate regole tanto arbitrarie quanto stringenti? In ogni caso, in un primo tempo la novità riguarderà ovviamente il territorio statunitense; ma è facile che dopo un'apertura dall'altra parte dell'Atlantico, la cosa si propaghi fin nel Vecchio Continente.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: