La forma dell'iPod diviene un trademark

La scorsa settimana Apple è riuscita a depositare ed ottenere il trademark della forma (tridimensionale) dell'iPod. A differenza di brevetti legati a logo, forma, funzioni e al look&feel di un prodotto, destinati a diventare di domino pubblico (vista la scadenza della loro tutela), un trademark di questo genere è potenzialmente eterno.

Apple in questa maniera tutela maggiormente prodotti e idee che costituiscono la propria intellectual property poiché, anche se tecnologicamente dotati di sistemi identici, i dispositivi dei competitor non dovranno ricordare né rassomigliare la forma dell'iPod per non fornire ad Apple un espediente per intentare causa contro di essi.

Come si legge sul Wall Street Journal, la legge relativa ai trademark permette ai detentori di intentare causa anche a chi distribuisce prodotti che assomigliano e ricordano prodotti legati e tutelati dal trademark. Il documento depositato recita di un trademark che tutela il

design of a portable and handheld digital electronic media device comprised of a rectangular casing displaying circular and rectangular shapes therein arranged in an aesthetically pleasing manner.

Per ottenere questa tipologia di trademark occorre sostanzialemente "convincere" e comprovare l'incaricato dell'U.S. Patent and Trademark Office che il consumatore medio associa il design esclusivamente con quello che l'azienda sta cercando di registrare. Nel caso di Apple, l'obiettivo principale è stato quello di dimostrare che l'acquirente medio di lettori multimediali identifica la forma di un iPod con Apple.

Naturalmente tale processo di convincimento delle autorità dura anni e richiede analisi accurate che prendono in esame elementi eterogenei, tra i quali: posizione occupata all'interno dei mercati dell'azienda e dei propri prodotti, brevetti precedentemente depositati, sino a sfociare in analisi di costume sociale.

Questo nuovo obiettivo ottenuto da Apple potrebbe fungere da stimolo per gli altri grandi nomi internazionali e spingerli nel perseguire la strada della tutela della proprietà intellettuale che è stata costruita e che, forse più di ogni altra, è ciò che tiene in vita e dà senso a tutto il business.

  • shares
  • +1
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: