Nuovo iPhone: ritorno al bianco?


Dopo tante indiscrezioni sulla data di rilascio, cominciano a filtrare i primi rumors riguardanti le caratteristiche ed il design della nuova versione di iPhone.

iLounge riporta diverse indiscrezioni giunte dai produttori di accessori, che avrebbero ricevuto da Apple le specifiche del nuovo iPhone in modo da poter preparare i loro prodotti per la data di lancio.
La nuova versione di iPhone non dovrebbe discostarsi molto, in forme e dimensioni, da quella attuale: in effetti la scelta di un design "a tutto schermo" non lascia troppo spazio alla fantasia. Ma è il retro del dispositivo che potrebbe riservare sorprese: secondo quanto filtrato, Apple dovrebbe abbandonare il case in metallo (più per una questione di peso che di costi) e sostituirlo con plastica di qualità; in più la colorazione del case potrebbe vedere una clamorosa retromarcia da parte di Jony Ive e soci: il ritorno al bianco, una volta tema cromatico dominante nella produzione Apple, poi progressivamente abbandonato tanto da essere rappresentato, ad oggi, da un solo prodotto a listino. Oltre al bianco, dovrebbe essere disponibile la colorazione nera e, forse, una versione speciale rossa Product (RED).
Sulla parte anteriore del dispositivo è stato notato quello che viene definito un "sensore", con tutta probabilità si tratta della camera per effettuare le videochiamate.

Bisogna sottolineare che questo tipo di rumors non rappresenta una novità: da quando ha lanciato "Made for iPod", il programma di certificazione degli accessori per il lettore multimediale, Apple ha dovuto applicare deroghe alla sua tradizionale segretezza. Molti clienti, infatti, pagano fior di quattrini proprio per avere l'opportunità di essere in pole position, quando esce un nuovo dispositivo, con i propri accessori specifici. Questo non significa, tuttavia, che la paranoia abbia abbandonato Cupertino: pare che ci sia l'abitudine di "condire" le schede tecniche inviate ai partner con particolari di fantasia, diversi per ogni cliente: in questo modo, se dovessero filtrare notizie, Apple saprebbe subito individuare la fonte.

Alla luce di questo, possiamo giudicare queste indiscrezioni in gran parte veritiere, con giusto qualche dettaglio suscettibile di modifiche.

  • shares
  • +1
  • Mail
36 commenti Aggiorna
Ordina: