Apple brevetta gli schermi 3D


Un nuovo brevetto depositato da Apple descrive l'implementazione d'uno schermo 3D stereoscopico. Le principali differenze rispetto ai sistemi escogitati da altri competitor risiedono nel fatto che, grazie alla enorme potenza di calcolo oggi a disposizione, è possibile fare rendering e animazione in tempo reale. Inoltre, non è necessario l'uso di occhiali speciali, poiché il sistema "segue" l'utente e modifica la proiezione di conseguenza.

Con questa tecnologia, assicura Apple, si risolvono molti dei principali difetti visti in tutte le altre soluzioni proposte fino ad ora, poiché il rendering 3D è dinamico. In altre parole, la modulazione delle sub-immagini destra e sinistra si adatta in tempo reale all'occhio destro e sinistro dell'utente in maniera totalmente autonoma.

Tale sistema produrrebbe, a dire di Apple, una fruizione perfetta poiché garantisce che ogni singolo osservatore riceva una proiezione dedicata a lui e lui soltanto, ed è tanto precisa che si potrebbe proiettare contemporaneamente diversi contenuti, senza che l'uno interferisca con l'altro.

Come sempre in questi casi, è difficile prevedere se tali tecnologie si trasformeranno effettivamente in prodotti allineati su uno scaffale. Ma questo brevetto, così come quelli alla base del trackpad del MacBook Air o del multi-touch di iPhone che hanno già trovato applicazione pratica, è la prova che Apple sta continuando a sperimentare ed esplorare nuove interfacce per l'utente finale.

[Via MacRumors]

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: