Facetime 3G per tutti i clienti, AT&T si arrende e apre la rete

Dopo le pressioni provenienti dall'opinione pubblica, dagli attivisti della Rete e dalla politica, e dopo le parziali aperture, AT&T si è ufficialmente arresa: FaceTime su reti 3G sarà è esteso a tutti e senza costi aggiuntivi.

facetime-ios-6-3g-lte-iphone-5

La vicenda non ci riguardava da vicino, ma l'abbiamo seguita con attenzione perché temevamo che la videoconferenza tariffata a parte potesse ispirare pure i carrier nostrani; ma per fortuna, le cose si sono risolte in favore dei consumatori e della libertà di mercato.

Da principio, AT&T aveva reso disponibile Facetime su reti 3G esclusivamente per i telefoni più recenti e solo su determinati piani tariffari. Poi però, sulla scia delle pressioni provenienti dal mondo politico e dai fautori della Neutralità della Rete, è stata costretta a capitolare. La resa però non è stata repentina, per il timore che un'apertura improvvisa potesse mettere a repentaglio la stabilità dell'intero network.

Ora che l'LTE sta diffondendosi sempre più, evidentemente il colosso delle telecomunicazioni USA si sente sufficientemente sicuro di poter gestire l'impennata di traffico senza ricadute. Via libera, quindi, a FaceTime over cellular per tutti i clienti. The Verge stamane riporta:

Riguardo le app di videochat precaricate sui dispositivi, stiamo attualmente offrendo a tutti gli OS e produttori la possibilità di farle funzionare su rete mobile, sia per i nostri clienti su piani a strati, sia per quelli sui piani denominati Mobile Share. Apple, Samsung e BlackBerry hanno scelto di abilitare questa opzione per le loro app di chat video precaricate. E entro metà giugno, saremo in grado di rendere disponibile il servizio per tutti clienti sui piani illimitati che possiedono dispositivi LTE.
Entro la seconda metà dell'anno, contiamo di abilitare le videochat in mobilità per tutti i nostri clienti, a prescindere dal piano del dispositivo; la transizione si completerà entro la fine dell'anno.

Il che è sicuramente una buona notizia per gli utenti oltre oceano, ma marginalmente anche per noi, non foss'altro che per il valore simbolico della novità. Perché è sicuramente vero che la rete mobile è per sua natura discreta, e dotata di risorse finite, ma è anche vero che se un utente acquista un piano dati da 3GB al mese, poi pretende di poterne disporre come crede, senza limitazioni artificiose. E giustamente, aggiungeremmo.

AT&T, supporto a FaceTime 3G per tutti i dispositivi


Apple-facetime-3g-4g

È ufficiale. Dopo un tira e molla durato mesi, e con la Neutralità della Rete in ballo, AT&T ha finalmente gettato la spugna sulla faccenda di FaceTime su rete mobile. Se prima potevano utilizzare il servizio solo gli utenti con dispositivi LTE -iPad di terza e quarta generazione, iPhone 5 ed iPad mini-, ora invece è attivo di default per tutti e senza alcuna limitazione; restano tagliati fuori solo quelli coi vecchi piani illimitati.

Tutto è iniziato quando gli abbonati si sono accorti delle limitazioni imposte da AT&T sulle chiamate FaceTime 3G/4G; la protesta si è subito sollevata, ma il timore di un sovraccarico della rete ha spinto il carrier statunitense verso un approccio più morbido, e soprattutto molto scaglionato. Poi, però, alla vicenda si sono appassionati anche alcuni esponenti politici e associazioni no profit, e a quel punto il caso è deflagrato perché la sensibilità pubblica ravvisava oramai una palese violazione della Net Neutrality. E così, a piccoli passi e senza troppa fretta, siamo giunti alla situazione attuale.

L'annuncio del gestore è stato dato oggi sul blog aziendale:

Quando venne lanciato FaceTime over Cellular a settembre 2012, abbiamo spiegato che volevamo espanderlo gradualmente per essere sicuri che il servizio avesse un impatto minimo sull'esperienza di tutti i nostri clienti.
Ora, dopo tanti test, annunciamo che AT&T abiliterà FaceTime over Cellular senza costi aggiuntivi per tutti i clienti con piani tariffari "stratificati" e a prescindere dal dispositivo iOS compatibile in uso.
Ciò significa che i clienti con iPhone 4S e un piano dati "stratificato" potranno effettuare una chiamata FaceTime sulla rete cellulare AT&T; in precedenza, era disponibile solo per quanti avevano sottoscritto un piano condiviso o per quelli con dispositivi LTE.

Nelle prossime settimane la novità coinvolgerà gradualmente tutti gli utenti, cui non è richiesto alcun intervento. Tutto è bene quel che finisce bene e, per una volta, hanno vinto ragionevolezza, buon senso e clienti paganti.

  • shares
  • Mail