Apple mette un freno agli screenshot falsi su App Store

Pokemon-Yellow-App-Store

Con un annuncio dato sul portale Sviluppatori nelle scorse ore, Apple dà un colpo d'accetta da una pratica tanto diffusa quanto scorretta. D'ora in avanti, non sarà più possibile modificare arbitrariamente le immagini a corredo delle applicazioni su App Store senza una nuova approvazione. Ecco perché.

È una tattica che forse vi sarà capitato di adocchiare. Di tanto in tanto, alcuni sviluppatori poco specchiati -per dir così- sostituiscono le immagini inviate ad Apple con gli screenshot di altre app più popolari, non appena superano il processo d'approvazione. Un esempio? Pokemon Yellow era un'app totalmente non funzionante che però è stata acquistata da migliaia di utenti dopo che i suoi creatori hanno aggiornato la pagina dell'App Store con screenshot originali di Nintendo. E il risultato è stato disastroso: migliaia di copie vendute, tanto da superare in poco tempo colossi del calibro di Angry Birds, Fruit Ninja e Cut the Rope, e altrettanti utenti infuriati prima che Apple la rimuovesse dallo store.

Ecco perché a Cupertino hanno irrigidito ulteriormente le proprie linee guida:

Aggiornamento degli screenshot in iTunes Connect
9 gennaio 2013
A cominciare dal 9 gennaio, gli screenshot delle app saranno bloccati in iTunes Connect una volta che l'app è stata approvata. I nuovi screenshot possono essere caricati quando invii un aggiornamento del binario di un'app esistente. Per maggiori informazioni sulla cattura e sull'uso degli screenshot, consulta la Guida Utente Xcode.

D'ora in avanti, quindi, questo tipo d'abuso è ufficialmente impossibile da praticare. Qui di seguito un video di Panic Blog che mostra il medesimo fenomeno ad opera di un'altra app chiamata "Mooncraft;" in teoria uno pensa di scaricare un clone di Minecraft, almeno a giudicare dagli screenshot su App Store, e invece si porta a casa una brutta sorpresa. Ecco cosa accade, e buona visione.

  • shares
  • Mail