Processo MobileMedia Ideas, un giudice dà torto ad Apple

La Corte Suprema del Delaware ha giudicato Apple colpevole della violazione di ben tre brevetti detenuti da MobileMedia Ideas, una società costituita da Sony, Nokia ed MPEG LA. Per il momento non è stata formulata alcuna richiesta di danni, ma è chiaro che qualcosa di più grosso bolle in pentola.

mobilemedia-apple

Intentata nel 2010 e giunta ora al compimento del primo grado di giudizio, la causa si focalizzava su un numero molto circoscritto di brevetti che, a dire di MobileMedia Ideas, erano stati violati dall'iPhone. Bloomberg racconta la cosa più nei dettagli in un recente articolo:

Nella sua denuncia, MobileMedia ha sostenuto che soffrirebbe di "danni irreparabili" se ad Apple fosse consentito di utilizzare i loro brevetti in iPhone senza il pagamento delle royalties.
[Il CEO della società Larry] Horn ha affermato che un brevetto riguarda il camera-phone, mentre gli altri coprono la gestione e il rifiuto della chiamata. Ha anche affermato che MobileMedia possiede un portfolio di circa 300 brevetti.

E così, dopo 4 ore a porte chiuse, la Corte ha deliberato la colpevolezza di Apple: non soltanto i brevetti sono stati considerati validi, ma la mela li ha anche utilizzati senza averne diritto. Al momento, non sono state ancora formulate richieste di risarcimento, ma è chiaro che stiamo parlando di potenziali vagonate di milioni di dollari.

Difficile prevedere cosa accadrà dopo, ma le cause concomitanti contro RIM ed HTC hanno già guadagnato a MobileMedia la fama di patent troll. A riguardo, Horn si è affrettato ad aggiungere di non essere nel "business delle cause legali" ma di voler semplicemente poter offrire in licenza la proprietà intellettuale della società.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: