Un video interno racconta la filosofia degli Apple Store

Sul Web è trapelato nelle scorse ore un video molto interessante -e assolutamente non pubblico- creato a internamente Cupertino per motivare gli impiegati degli Apple Store. La voce guida è quella di Ron Johnson, lo storico ex-SVP del retail Apple sostituito l'anno scorso da John Browett.

Era originariamente destinato agli occhi dei Genius e degli addetti alle vendite della mela, e invece chissà perché -o forse proprio per quello- è finito sulla Rete. Girato da Peter Sillen, il filmato in questione mostra la filosofia dietro ogni Apple Store, spiegata da chi ha contribuito massimamente a crearla:

Ogni grande viaggio inizia con un primo passo, e il nostro primo passo risale ad un decennio fa. Abbiamo dato inizio al retail. I nostri primi negozi somigliavano molto agli altri, ma così erano a sé stanti.

Poi, sullo sfondo si susseguono immagini girate nell'Apple Store della Fifth Avenue di New York, di Regent Street a Londra e nel cilindro di vetro dello store di Shanghai. È a quel punto che Johnson spiega il segreto dietro al successo della mela:

Abbiamo scoperto che se puoi realizzare uno store unicamente in base alla sua posizione, puoi nei fatti migliorare le comunità. La maggior parte dei rivenditori vedono il loro spazio come metri quadri in affitto; per noi invece il nostro spazio costituisce l'ambiente in cui viviamo.

Tutti gli store di Cupertino, spiega, sono uguali tra loro, ma quel che crea la vera differenza è la "loro location, solitamente tra le più importanti all'interno delle città, e l'architettura." Lo spiega anche meglio Bob Bridger, vice presidente dello sviluppo della rete Apple Retail:

Si tratta di uscire in strada e cercare di avvertire quel che sentono gli autoctoni, quello di cui hanno bisogno in modo inconscio, e poi riproporlo.

E infatti esistono sia location storiche in palazzi antichi che in strutture modernissime, costituite di vetro e acciaio; non proprio la strada intrapresa in Italia, che pure di palazzi antichi e vie storiche non difetta, ma va bene lo stesso. Il discorso di fondo è che gli Apple Store sono stati funzionali al successo dei prodotti Apple: a settembre se ne contavano 390 in tutto il mondo, e 30-35 sono in corso d'apertura nel corso del 2013, tre quarti dei quali al di fuori degli Stati Uniti.

Il video originale è stato rimosso dai legali Apple, ma potete trovare dei mirror funzionanti a questa pagina o a quest'altra.

  • shares
  • Mail