Google lavora al suo anti-AirPlay

google-airplay

In tempi recenti, Google ha aggiornato la propria app Youtube per Android col supporto ad una tecnologia molto simile ad AirPlay che consente di inviare in streaming alle Google TV i flussi video senza configurazione. Ma i piani di Mountain View sono molto più ambiziosi: vuole creare un'alternativa aperta e diffusa rispetto all'omologa con la mela.

Lo racconta GigaOM in un articolo ricco di dettagli:

YouTube ha recentemente lanciato una funzione di trasferimento dei video verso Google TV in stile AirPlay sui suoi dispositivi Android, ma in realtà vuole spingere la tecnologia molto più in là. La società sta lavorando su un'alternativa ad AirPlay da implementare anche sui dispositivi e servizi di terze parti. È chiaramente una frecciata ad Apple.

E visto che tutti i dispositivi sono connessi tra loro attraverso il cuscinetto del Cloud, "si può anche fare cose come scovare il prossimo video da guardare sul tablet o navigare sul Web dal telefono mentre il video continua a fluire sulla TV." Per Shiva Rajaraman, responsabile dello sviluppo di prodotto YouTube, lo scopo finale di Google è "un mondo in cui tutti i dispositivi comunicano come AirPlay," e onestamente questo piace molto anche a noi utenti.

Il sistema di Google, illustrato nei dettagli su questo micro-sito interattivo, fornirà una "esperienza da secondo schermo" con un continuo scambio di informazioni da e verso il tablet o lo smartphone; e quando il supporto verrà esteso anche alle app di terze parti, una delle lacune più grosse dei tablet Android rispetto ad iPad verrà definitivamente colmata. E qualcosa ci suggerisce che se Apple non si darà una mossa con iTV, bouquet di canali o quel che è, il rischio concreto è che Big G le soffi l'"hobby" sotto il naso.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: