“Samsung non ci ha copiato”: Apple riscrive il messaggio su apple.co.uk

“Samsung non ci ha copiato”: Apple riscrive il messaggio su apple.co.uk

Dopo l'ordine di riscrivere il messaggio sulla sentenza nel caso Samsung nel Regno Unito, Apple ha aggiornato il proprio sito apple.co.uk con le nuove direttive imposte dai giudici inglesi. Ricordiamo infatti che la prima versione del messaggio, postata in una pagina diversa dalla homepage e dal tono leggermente scherzoso (ricordava che i dispositivi Samsung non sono cool come quelli Apple, parola di giudice), non era stata accettata dalla corte, che aveva chiesto pochi giorni fa all'azienda di Cupertino di cambiare il testo.

Come potete vedere anche qui sopra, ecco quanto si legge ora sulla homepage del sito UK di Apple:

"Il 25 ottobre 2012, Apple ha pubblicato un messaggio sul suo sito UK legato ai tablet Samsung Galaxy. Questo messaggio non era accurato e non rispettava l'ordine della Corte di Appello di Inghilterra e Galles. Il messaggio corretto è [alla pagina] Samsung/Apple UK judgement."

La scritta, che rispetta anche l'ordine di avere un font grande almeno 11 punti, rimanda poi a una seconda pagina, con questo ulteriore messaggio:

"Il 9 luglio 2012 l'Alta Corte di Giustizia di Inghilterra e Galles ha stabilito che i tablet Samsung Galaxy, nello specifico Galaxy Tab 10.1, Tab 8.9 e Tab 7.7 non violano il brevetto Apple in design numero 0000181607-0001. Una copia della sentenza per intero dell'Alta Corte è disponibile all'indirizzo www.bailii.org/ew/cases/EWHC/Patents/2012/1882.html.

La sentenza ha effetto nell'Unione Europea ed è stata confermata dalla Corte di Appello di Inghilterra e Galles il 18 ottobre 2012. Una copia della sentenza della Corte d'Appello è disponibile all'indirizzo www.bailii.org/ew/cases/EWCA/Civ/2012/1339.html. Non c'è in corso nessuna ingiunzione riguardante il brevetto in alcun luogo in Europa."

Una versione più corta, senza commenti sulla figosità dei dispositivi né sul caso a favore di Apple in Germania, che riporta solo nota delle due sentenze sul caso e che dovrebbe (il condizionale è d'obbligo) rispettare le richieste del giudice. Il messaggio dovrà restare sul sito fino al prossimo 14 dicembre.

Via | Engadget.com

  • shares
  • Mail