Mailplane (Beta): la recensione


Da quanto è stato aperto a tutti, il servizio di posta elettronica di Google, GMail, ha avuto un successo clamoroso. La capacità della casella di oltre 2 Gb, il superlativo filtro anti-SPAM e l'ottima interfaccia web sono, probabilmente, le caratteristiche chiave di questo successo. La possibilità, poi, di poter fruire in modo ottimale del servizio da qualunque postazione, è un valore aggiunto molto importante per i nomadi digitali.
Tutto questo ben di dio, tuttavia, ha un prezzo. L'esclusivo utilizzo del client web impone la rinuncia di alcune funzionalità solitamente molto diffuse: tra queste le più importanti sono il drag&drop e la possibilità di impostare il servizio come client predefinito di posta. Certo, c'è la possibilità di attivare l'accesso POP e utilizzare il tradizionale client Mail di Mac OS X, ma molti utenti ritengono un vero peccato dover abbandonare l'interfaccia web.

A questi utenti viene in soccorso Mailplane, applicazione in fase di beta testing che si pone l'obiettivo di colmare il gap tra client web e applicazione tradizionale, proponendo un front-end al servizio web implementandone le funzionalità mancanti.

Al primo avvio, Mailplane richiede di inserire i dati del proprio account e, letteralmente in pochi secondi, si può accedere alla conosciuta interfaccia di GMail. La toolbar ricalca quella di un tradizionale client di posta e sono disponibili i principali comandi di gestione delle e-mail.
E' possibile impostare account GMail multipli.
Mailplane permette di essere impostato come client di posta predefinito e supporta il drag&drop intelligente.
Due sono le chicche offerte da Maiplane: è stato integrato un client GTalk (piuttosto minimalista, a dire il vero) per chattare con i propri contatti e, installando una delle Nightly Build di Webkit (il motore di Safari), è possibile abilitare il rich text editing dei messaggi, feature negata agli utilizzatori di GMail su Safari.

L'esperienza dell'utente è davvero soddisfacente: pur essendo una beta, seppur in fase avanzata di sviluppo, l'utilizzo dell'applicazione è fluido. Permangono solo alcune incertezze nel refresh delle pagine e nel login al proprio account GMail che dovrebbero essere risolte con la versione definitiva.

Un progetto che, in conclusione, appare in dirittura di arrivo. Un'applicazione che potrebbe rivelarsi vera e propria killer app per i più accaniti utenti del servizio di posta di Google.

Mailplane è attualmente in fase di beta testing privato. Lo sviluppatore prevede di rendere disponibile in tempi brevi una beta pubblica, prima di rilasciare la versione definitiva con licenza shareware.

Mailplane è una applicazione davvero molto, molto promettente. Se il prezzo della versione finale sarà, come promette lo sviluppatore, mantenuto piuttosto basso, chi vi scrive sarà sicuramente tra i primi utenti/clienti.

Galleria relativa a Mailplane, client GMail per Mac OS X









  • shares
  • +1
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: