iPhone: possibile un abbassamento dei prezzi?

Shaw Wu è un nome che non vi dovrebbe suonare nuovo. Già in passato le dichiarazioni di questo analista hanno impazzato sulla rete e tutte avevano in comune una sola cosa: riguardavano l'iPhone. Quest'oggi se ne aggiunge un'altra al lungo elenco e, se venisse soddisfatta, farebbe contenti i futuri acquirenti dello smartphone con mela. A quanto dichiarato dall'analista di American Technology, Apple sta prendendo in forte considerazione l'idea di decurtare il prezzo dell'iPhone di una cifra che oscilla tra i $50 e i $150.
Il presunto ribasso sarebbe a carico dell'altro partner commerciale, il colosso americano della telecomunicazione AT&T: abbassando il prezzo del dispositivo, AT&T intende attrarre i clienti alla sottoscrizione di un contratto che li vincolerebbe per 2 anni alla compagnia telefonica a fronte del quale ognuno verserebbe in totale una cifra compresa tra $1800 e i $2400 per la copertura delle spese mensili.

L'altro pezzo mancante di questa (possibile) strategia promozionale è rappresentata dal pagamento di AT&T ad Apple sia di una "provvigione" per ogni contratto sottoscritto presso il proprio store online o i rivenditori ufficiali, sia di una percentuale sul canone che il cliente paga mensilmente per l'abbonamento telefonico. Cosa Apple aggiungerebbe all'offerta di AT&T? Semplice: la qualità e il prestigio della propria azienda, le strategie di marketing associate ai prodotti, il supporto ai clienti.

Basterà?

[via AppleInsider]

  • shares
  • Mail
31 commenti Aggiorna
Ordina: