iPhone 5, all'estero spesso costa meno

prezzi iphone italia francia risparmio

L'iPhone 5 sarà pure "il più grande evento nella storia di iPhone dopo iPhone" ma, a livello di prezzi, è pure quello più caro in assoluto. E visto che all'ultimo oggetto del desiderio noi italiani non riusciamo proprio a rinunciare -anche in periodo di crisi-, gli appassionati si stanno ingegnando acquistandolo all'estero, dove si arriva a risparmiare centinaia di Euro.

Il Fatto Quotidiano li chiama "turisti dell'iPhone." Sono quelli che bramano il gingillo della mela ma che non vogliono o possono spendere le cifre imposte da Cupertino nel nostro paese: rispettivamente 729€, 839€ e 949€ senza vincoli contrattuali; con alcuni abbonamenti, poi, si arriva a totali davvero impressionanti.

E se da una parte c'è chi è disposto a pagare tutto sull'unghia e farsi pure la fila notturna per questo privilegio, gli altri si stanno attrezzando online con voli low cost o brevi incursioni fuori confine. Scopo del gioco, risparmiare sommette niente male:

Il modello più costoso di sempre nel paese europeo con una delle peggiori crisi economiche degli ultimi anni. È la scommessa sicura giocata da Apple che per il lancio italiano del nuovo modello di iPhone, non se lo è fatta ripetere due volte e ha presentato tariffe tra i 729 e i 949 euro per aggiudicarsi l’ultimo modello sul mercato. 50 euro in più di Francia e Germania, 60 in più della Spagna, 70 in più dell’Olanda e 127 in più della Svizzera.

Amsterdam, Barcellona, Parigi, fate vobis; tanto, in mezza Europa costa meno che qui, e a questo punto coi soldi risparmiati ci scappa pure un bel weekend fuori. La domanda-tormentone però è sempre la stessa: perché qui da noi è così? Un po' perché in Italia, per un iPhone, c'è chi rinuncerebbe a mangiare, e un po' perché -tanto per cambiare- abbiamo tasse e balzelli da paesi nordici (con servizi da periferia d'Europa):

Ma perché in Italia l’iPhone 5 costa di più? A influire le tasse: Iva, tassa dell’equo compenso e Siae, ma anche logistica e trasporti. Tutti elementi che pesano ma fino ad un massimo di 10\15 euro di differenza. Il resto? Strategia di mercato, dicono in coro gli esperti. In Italia l’interesse per l’ultimo modello Apple è talmente elevato che i clienti sono disposti a spendere anche cifre più elevate del solito e ai piani alti lo sanno bene, dicono gli analisti.

È la legge del mercato, bellezza, e il prezzo d'un bene lo decide la domanda. Se poi sia il momento adatto per certi eccessi, questo lo deve stabilire l'opinione pubblica secondo coscienza.

  • shares
  • Mail
43 commenti Aggiorna
Ordina: