Anche Apple si tira fuori dalla vicenda degli UDID

antisec graffiti

Nuovo aggiornamento sulla spinosa faccenda della pubblicazione online degli UDID iOS da parte degli hacker di Antisec. Dopo le dichiarazioni ufficiali dell'FBI, anche Apple si tira fuori dalla polemica e giura di non aver fornito alcuna informazione personale a chicchessia. Il mistero, dunque, continua a infittirsi.

Il comunicato ufficiale di Cupertino, per voce di Natalie Kerris, è secco:

L'FBI non ha richiesto queste informazioni ad Apple, e noi non le abbiamo fornite né all'FBI né a qualunque altra organizzazione. In più, con iOS 6 abbiamo introdotto una serie di API volte a rimpiazzare l'uso dell'UDID, e presto ne vieteremo l'uso tout court."

E in effetti, dopo lo scandalo sulla violazione sistematica della privacy degli utenti ad opera di molte applicazioni ufficiali, Apple ha messo in campo una quantità di iniziative -compresa la bocciatura dell'app- volte a scoraggiare esplicitamente gli sviluppatori poco trasparenti.

Il che ci riporta sempre alle stesse domande, vale a dire: da dove viene questo milione di identificativi unici? Chi ha prodotto la lista in mano ad Antisec, e perché? In attesa di un qualche colpo di scena, e sempre ammesso Apple e l'FBI non c'entrino nulla davvero, per adesso la palla passa ad Antisec; a loro la prossima mossa.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: