La vecchia Apple TV costa di più per il Jailbreak

aTV Flash Firecore

Se ne parlava già nei mesi scorsi, ma ora il fenomeno sta raggiungendo picchi notevoli. In pratica, sul mercato il prezzo dell'Apple TV di seconda generazione -quella che si fermava a 720p, per capirci- supera di diverse volte quello del modello più recente dotato di output a 1080p. Per quest'ultimo infatti non esiste ancora una soluzione di jailbreak.

Prima o poi Apple dovrà decidersi a rendere più completo il suo set top box, che così com'è mette assieme epici cavalli di battaglia tipo AirPlay con lacune inammissibili sul formato dei file supportati. E così, se negli USA un'Apple TV di ultima generazione si acquista con meno di 90$, il modello precedente arriva a superare i 230$ su Amazon e eBay.

Il fatto è che per ora non esiste alcun tool in grado di praticare il jailbreak sulla terza generazione di Apple TV; cosa che renderebbe possibile l'estensione della quantità di codec supportati, l'installazione di un browser, e l'aggiunta del supporto ai backup su Cloud, ai sottotitoli e a molto altro.

La buona notizia comunque è che qualcosa si sta muovendo:

C'è un gruppo di individui in gamba e telentuosi che lavorano ad un progetto che potrebbe portare ad un qualche tipo di jailbreak utilizzabile sull'Apple TV di terza generazione. Se da una parte però è impossibile stabilire una tempistica, restiamo ottimisti sul fatto che il jailbreak sarà una cosa fattibile in futuro.

E la stessa FireCore, la società dietro Seas0nPass, aTV Flash e MiRow, è già al lavoro su versioni aggiornate dei propri software in attesa che il jailbreak diventi una realtà. Come dire, fermento ed entusiasmo non mancano: occorrerà solo tanta pazienza.

  • shares
  • Mail