Fine di iTunes: cosa significa per gli utenti?

Sul Web sempre a caccia di sensazioni e sui social, gli utenti sono nel panico per la fine dello sviluppo di iTunes. In realtà è del tutto immotivato: ecco perché non dovete preoccuparvi, anzi.

La fine dello sviluppo di iTunes annunciata con macOS Catalina, la prossima versione del sistema operativo degli utenti Apple, ha gettato nello sconforto milioni di utenti che domandano all'unisono "Come faremo senza?". La verità è che nessuna delle funzionalità di iTunes spariranno dalla circolazione: saranno semplicemente riorganizzate molto meglio. Vi spieghiamo come

Su Mac


Come ampiamente riportato su queste pagine, iTunes è stato smembrato nell sue 3 funzioni principali e ad ognuna di esse è stata assegnata un'app specifica: Podcast, Libri, Musica e TV. L'iTunes Store per acquistare singoli brani resta lì, assieme alle opzioni di streaming di Apple Music, Radio e così via; la differenza è che lo troverete nell'app Musica.

Le funzioni di sincronizzazione, invece, sono state ricollocate e integrate con il sistema operativo. Con macOS Catalina, quando collegate un iPhone o iPad al computer, il dispositivo verrà semplicemente mostrato nella barra laterale del Finder: un clic, e avrete a disposizione tutte le vecchie opzioni a cui eravate abituati.

Si tratta di una riorganizzazione dell'esistente, ma nessuna delle feature che conoscete e amate sparirà dalla circolazione. Il vantaggio è che, separando le app, si può semplificare e alleggerire il software, a tutto vantaggio dell'usabilità; perché diciamoci la verità: iTunes era diventato un pachiderma.

Su Windows


Più delicata la situazione degli utenti Windows, per i quali non esiste un aggiornamento di sistema prodotto da Apple: e dunque, come faranno senza iTunes? In verità, anche questo è un non-problema.

Per voce di Cupertino, sul fronte Windows non cambia assolutamente nulla, almeno per il momento: iTunes continuerà ad essere disponibile e potrà essere usato per gestire i dispositivi, ascoltare la musica, fare acquisti esattamente come in passato. Niente di più, niente di meno. Dunque, e tanto per cambiare, il clamore mediatico delle ultime ore è del tutto ingiustificato.

  • shares
  • Mail