Apple Lens, il concept di occhiali a Realtà Aumentata della mela

Un nuovo concept firmato Antonio De Rosa rivela che aspetto e quali feature potrebbero avere i visori a Realtà Aumentata in sviluppo a Cupertino. Li ha ribattezzati Apple Lens.

Il design lascerà un po' a desiderare, ma per quanto concerne potenza e funzionalità, il dispositivo pensato da De Rosa di ADR Studios è davvero avveniristico.

Tra brevetti e assunzioni, il lavoro su Apple Glasses procede alacremente. Non sappiamo se e quando gli occhiali AR con la mela faranno il loro debutto nel mondo reale, ma di sicuro l'interesse è alle stelle, tant'è che media e addetti ai lavori tentano da anni di immaginare feature e design del nuovo gingillo.

Quello che vi mostriamo qui è stato creato da Antonio De Rosa, e include un processore A13, celle al grafene per la ricarica solare e infine una batteria agli ioni di litio. Le finiture prevedono 3 opzioni diverse di materiali, sulla scia di Apple Watch, due diverse dimensioni e 5 tonalità di colore. Non mancano ovviamente le montature personalizzate da Louis Vitton e Ray Ban.

Tra i punti di forza del dispositivo, la possibilità di estendere virtualmente il display di iPhone, e la modalità "Cockpit" che mostra Mappe e Spotify agli automobilisti; tutte queste applicazioni comparirebbero in sovraimpressione sul mondo reale, grazie al display integrato nelle lenti.

Il costo di un simile visore è alto, però: 1.950$ cioè oltre 2.000€ qui da noi, tasse incluse, ma sempre più economico del desaparecido Galaxy Fold di Samsung.

Stando alle indiscrezioni, comunque, non dovrebbe mancare moltissimo al lancio del prodotto finito; si vocifera che il debutto avverrà nel 2020, ma se chiedete a noi, sembra semplicemente troppo presto. A nostro giudizio mancano due importanti tasselli: da una parte la tecnologia è troppo acerba per le grandi masse, e dall'altra non esiste ancora la killer app della Realtà Aumentata, cioè la funzionalità ci cambia la vita e ci fa domandare "come abbiamo fatto a farne a meno fino ad oggi?"

Voi che dite, comprereste un visore del genere per 2.000 abbondanti Euro? Diteci la vostra nei commenti, e parliamone su Twitter o sulla nostra pagina Facebook.

  • shares
  • Mail