Apple lancia Powerbeats Pro, gli AirPods per sportivi

Beats ha annunciato il suo primo set di auricolari veramente wireless. Hanno molto in comune con AirPods 2, ma sono pensate in modo specifico per gli atleti.

Beats, il marchio di Cupertino che produce cuffie e auricolari di fascia medio-alta, ha annunciato Powerbeats Pro, auricolari senza fili con case di ricarica, Chip H1 per connessione veloce ai dispositivi, supporto a Hey Siri e resistenza a sudore e umidità. Somigliano molto ad AirPods 2, ma con qualche differenza fondamentale.

Design


Caratterizzati da un supporto over-ear, i Powerbeats Pro sono sono i successori dei Powerbeats 3, da cui si differenziano per i volumi ridotti del 23%, un peso inferiore del 17% e una vestibilità nettamente migliore. Si tratta di auricolari creati per isolare l'utente e avvolgerlo nella musica, cancellando i rumori di fondo grazie ad una perfetta aderenza al padiglione auricolare.

Sia AirPods che Powerbeats Pro sono venduti in un astuccio a chiusura magnetica che ne consente la ricarica quando non in uso; e sul fronte della compattezza vince sicuramente AirPods.

Qualità del Suono


A dire di Apple, è stata prestata la massima attenzione alla qualità del suono. "Gli auricolari Powerbeats Pro offrono un audio potente e bilanciato, grazie a un sistema acustico interamente rinnovato, in grado di offrire un suono puro, più nitido e con una gamma dinamica ancora migliore. La qualità del suono dipende anche da una corretta vestibilità. E questi auricolari, studiati appositamente per garantire il massimo comfort ergonomico, regalano un’esperienza di ascolto impareggiabile."

Questo però significa anche che non c'è la possibilità di ammettere i suoni esterni: quando le si indossa, si è tagliati fuori dal mondo. Il che è un bene o un male, a seconda delle vostre necessità.

Pulsanti Fisici


A differenza di AirPods, che è completamente sprovvisto di pulsanti fisici, Powerbeats Pro dispone di una superficie più ampia su cui è stato possibile incastonarne qualcuno. I pulsanti in questione consentono di regolare il volume, cambiare canzone, accettare o rifiutare una chiamata voce. Su AirPods invece si tamburella sull'auricolare per richiamare l'attenzione di Siri, con cui si fa tutte queste operazioni.

Entrambi i dispositivi sono sprovvisti di pulsante d'accensione/spegnimento; si attivano da sole quando le tirate fuori dalla custodia, e si spengono dopo un certo periodo di inattività per preservare la batteria.

Resistenza all'Acqua


Secondo le specifiche, i Powerbeats Pro sono resistenti all'acqua e al sudore, ma vi sconsigliamo assolutamente di usarle in doccia o in piscina: Apple infatti non fornisce una certificazione ufficiale di resistenza alle immersioni (tipo IP 68 di iPhone XS, per intenderci).

Processore, Sensori & Siri


A livello di funzionalità smart, non c'è praticamente differenza tra i due modelli. Il chip H1 è lo stesso, cosa che garantisce bassa latenza, abbinamento più rapido e supporto a "Hey Siri" (a patto, ovviamente, che siano collegate ad un iPhone, iPad e Apple Watch).

Anche i sensori sono gli stessi, tant'è che pure i Powerbeats Pro mettono in pausa la musica quando li sfilate dall'orecchio, e la riattivano non appena li indossate di nuovo. Ed esattamente come AirPods, potete usarne anche solo uno alla volta (e in questo caso, iPhone fonderà assieme canale destro e sinistro).

Chiamate Voce


Gli AirPods hanno un accelerometro che identifica il linguaggio parlato, e microfoni beamforming che filtrano il rumore esterno e rendono la voce cristallina anche in condizioni non ottimali, e la stessa cosa si trova pure su Powerbeats Pro; anzi, tecnicamente questi ultimi hanno due microfoni beamforming per sopperire alla mancanza del gambo come AirPods.

Colori


Mentre AirPods hanno solo la livrea bianca, i Powerbeats Pro sono disponibili in Avorio, Nero, Muschio e Blu Marina. La custodia di ricarica a conchiglia, tuttavia, è in nero per tutti i modelli.

Ricarica & Batteria


Laddove la versione di punta di AirPods 2 permette di ricaricare l'astuccio col cavo o senza fili, il case di Powerbeats Pro si carica solo via Lightning. Ogni auricolare offre fino a 9 ore di ascolto, più altre 24 grazie alla custodia.

I Powerbeats Pro inoltre una feature che permette di ottenere un'ora e mezza di riproduzione musicale con 5 minuti di carica, e 4,5 ore dopo 15 minuti. AirPods invece, a causa della batteria più piccola, offre 3 ore di ascolto con 15 minuti di carica.

Quale Scegliere?


In ultima analisi, al netto dei gusti personali (che vincono sempre su tutto), la differenziazione tra i due prodotti è piuttosto netta. AirPods si rivolgono all'utente qualunque, quello che ha bisogno di comodità senza rinunciare anche a leggerezza e design; i Powerbeats Pro invece sono studiati per sportivi, atleti, runner e così via. Gente che suda, che si dimena, e che non può permettersi il lusso di fermarsi ogni 5 minuti a cercare l'auricolare che è volato via. Ma costano 71€ in più rispetto ad AirPods entry level.

D'altro canto, i Powerbeats Pro però potrebbero costituire un'alternativa per quanti hanno problemi di vestibilità con gli AirPods tradizionali; costano di più, ma offrono qualcosina in più anche dal punto di vista delle prestazioni, del profilo acustico, dell'isolamento acustico e in più offrono più scelta di colori.

Lancio & Disponibilità


I Powerbeats Pro saranno disponibili nel nostro paese -e in altri 20- a partire da maggio 2019; gli altri mercati seguiranno in estate.

  • shares
  • Mail