AirPods, Re degli auricolari wireless ma non per la qualità audio

A livello di esperienza utente, non c'è storia: gli AirPods di Apple vincono su tutti. Ma quando si parla di qualità audio, le cose cambiano un po'.

Uno studio su larga scala condotto da Counterpoint Research rivela che, in materia di auricolari wireless, Apple è regina incontrastata coi suoi AirPods, e fin qui niente di nuovo. Quel che non sapevamo, tuttavia, è che tra i motivi del successo non c'è la qualità audio. E questo è niente, aspettate di sentire il resto.

"Apple è leader indiscusso con gli AirPods nella categoria degli veri auricolari wireless. Facilità d'uso, confort e comodità indosso, portabilità sono i canoni con cui gli utenti scelgono Apple AirPods rispetto agli altri dispositivi."

In pratica, si acquista AirPods per la configurazione automagica, le feature intelligenti, per la stilosità e la leggerezza, ma non tanto per la qualità del suono; solo il 41% infatti ritiene che sia importante. Quando la priorità è la resa acustica, gli utenti si spostano verso altri lidi, in particolare Bose, ritenuto il produttore di riferimento dal 72% degli intervistati.

L'altra notizia interessante è che Apple guida la classifica, sì, ma con scarto molto ridotto sui concorrenti, soprattutto Sony e Samsung. Ecco la lista completa:

Apple: 19%
Sony: 17%
Samsung: 16%
Bose: 10%
Beats: 6%
Sennheiser: 5%
LG: 4%
Jabra: 2%

Attualmente, AirPods coprono da soli il 75% delle vendite degli auricolari wireless del 2018, con un totale di 35 milioni di unità. Col lancio della seconda generazione, atteso entro poche settimane -forse in occasione dell'Evento Speciale del 25 marzo- si stimano vendite complessive per 129 milioni di unità entro il 2020. A patto però che la mela continui a sorprenderci con funzionalità che impossibili da trovare altrove.

  • shares
  • Mail