Riparazione Apple Watch: mancano i pezzi, Apple regala il Series 4

A causa dei problemi nel reperire la componentistica dedicata alle prime generazioni di Apple Watch, il Genius potrebbe regalarvi un modello più recente, quando tentate di ottenere una riparazione.


Aggiornamento del 21 maggio 2019

All'inizio dell'anno, diversi utenti che hanno portato con sé il loro vecchio Apple Watch Series 1 o Series 0 a far riparare, sono poi tornati a casa con un Series 2 fiammante fra le mani a causa della momentanea scarsità di pezzi di ricambio. Poi, durante i primi giorni di maggio, il fenomeno si è ripete con gli Apple Watch Series 3. Ora invece Apple regala Apple Watch Series 4.

Se avevate una mezza idea di portare a far riparare il vecchio Apple Watch fuori garanzia, questo potrebbe essere il momento giusto; stando ad un documento interno segretamente diramato negli Apple Store e nei negozi autorizzati Apple Authorized Service Providers, la mela è a corto di componentistica per le generazioni più di datate dei suoi smartwatch e, per non prolungare eccessivamente l'attesa del cliente, ha deciso di procedere in questi casi alla sostituzione d'ufficio con un Apple Watch Series 4 da 42mm. A gennaio, forniva invece Series 2 in cambio dei modelli più vecchi.

La nuova circolare menziona esplicitamente la Series 4 ma pone un vincolo molto preciso per ottenere la sostituzione: occorre che l'utente disponga di un almeno un iPhone 6; i possessori di iPhone 5 e 5c saranno invitati a cambiare telefono, così da poter utilizzare il nuovo smartwatch. Nel caso di un diniego, Apple provvederà al rimborso del dispositivo.

In ogni caso, questa fenomeno dipende dalle fluttuazioni della componentistica, e dunque si tratta di un terno al lotto: non c'è alcuna garanzia che le cose vadano così per tutti. Anche perché è plausibile che la scarsità di componenti sia temporanea, e che presto venga risolta. Diciamo però che se avevate una mezza idea di far riparare un guasto al vostro Apple Watch Serie 2 o 3, questo sarebbe il momento migliore per farlo.

E voi che esperienza avete avuto con l'assistenza di Cupertino? Raccontateci come vi è andata nei commenti, su Twitter o sulla nostra pagina Facebook.

  • shares
  • Mail