In UK HomePod scontato, in Italia non abbiamo neppure HomePod

In UK Apple sconta HomePod per le feste di Natale, mentre qui da noi non si sa neppure se e quando arriva. Alert: Post Polemico.

Gli utenti Apple possono comprendere che l'Apple Watch che comprano qui -a parità di prezzo- offra la metà delle funzioni per via della rigida regolamentazione del settore degli apparati medici. E possono pure mandare giù (ma anche no) che il Siri Remote di Apple TV 4K non comprenda l'italiano. Ma che aspettano a far funzionare Siri anche per i contenuti? Perché è quello il problema: la localizzazione di Siri nella nostra lingua sta rallentando anche il lancio di HomePod in Italia.

Il fatto è che, proprio in questi giorni, Apple ha deciso di offrire uno sconto di ben 50 Sterline sul prezzo del suo smartspeaker nel Regno Unito. Una mossa che può essere interpretata anche come il tentativo di ridare vigore a vendite sopite da tempo. Pare infatti che, laddove AirPods costituisca uno dei più grandi successi della mela, HomePod sia stato invece un mezzo flop.

Il fatto è che costa tanto, soprattutto rispetto ai competitor; e nessuno mette in dubbio la qualità audio che, a detta degli esperti, è piuttosto interessante. Ma gli audiofili (e tanti altri utenti meno smaliziati) hanno già a casa casse di qualità su cui poter veicolare l'audio di uno smart speaker, con o senza fili.

Ecco perché, seppure fosse lanciato da noi, continueremmo a tifare per dispositivi più piccoli, tipo Amazon Echo. Un gingillo che, al prezzo promozionale di 29,99€ comprese spedizioni permette di comandare termostati, lampadine e elettrodomestici da tutta casa a una frazione dei 350€ richiesti da Apple. Basta collegarlo via cavo o Bluetooth alle casse in salotto, e si ottiene pure una filodiffusione di ottima qualità. Con poco più, invece si prende l'Amazon Echo intero a 64,99€ invece di 99,99: diteci voi come si fa a resistere, soprattutto se considerate che ora gli speaker Amazon supportano Apple Music.

Insomma, con la sua politica di prezzi, Apple sta seriamente rischiando di perdere il vantaggio acquisito con HomeKit; l'alternativa di Amazon e Google infatti spesso costa meno, e offre grossomodo gli stessi vantaggi pratici. Continuiamo a pensare che la domotica di Apple sia superiore per sicurezza e usabilità alla concorrenza, ma bisogna dire le cose come stanno: con quel che costa un solo speaker Apple, si tappezza di tecnologia l'intera casa. E avanzano pure soldi.

  • shares
  • +1
  • Mail