Comprare iPhone XS e iPhone XR all'estero: pro e contro

L'acquisto dell'iPhone all'estero oramai è una pratica molto consolidata, ma ci sono pro e contro che è bene conoscere. E se passate da Hong Kong...


Aggiornamento del 5 dicembre 2018

Comprare l'ultimo modello di iPhone all'estero è possibile. Da anni non esistono problemi di compatibilità con le reti, grazie al fatto che i chip modem integrati al loro interno sono tutti universali e funzionano sia su reti GMS che CDMA.

Il problema, semmai, è un altro. Occorre fare attenzione a procurarsi i modelli SIM Free (o Carrier-free), vale a dire privi di vincolo operatore. Quest'anno, a differenza del passato, iPhone XS è stato immediatamente disponibile negli USA anche per l'acquisto senza vincoli; per quanto concerne iPhone XR, invece, sono disponibili a partire da ieri 15 novembre 2018. Dunque, chi si reca in viaggio negli Stati Uniti potrebbe comprarne uno e riportarlo in Italia risparmiando bei soldini (a patto di "dimenticarsi" di dichiararlo al rientro in dogana, ma questa è una pratica tecnicamente illegale).

Quanto Si Risparmia


In Europa le fluttuazioni sono modeste, ma comunque non irrilevanti; va meglio nel resto del mondo. Ecco qualche esempio per iPhone XS Max da 512GB:


  • Germania: 1.649€

  • Italia: 1.689€

  • Ungheria: 1.796€ circa

  • Singapore: 1.511€ circa

  • Australia: 1.521€ circa

  • UK: 1.641€ circa

  • Dubai (Duty Free): 1.455€ circa

  • USA: 1.280€ circa (più VAT)

Come per iPhone X l'anno scorso, uno dei luoghi più convenienti della Terra per acquistare un iPhone è il DutyFree di Dubai, perché ha prezzi bassi in partenza e non applica VAT. Se passate da quelle parti fateci un pensierino.

Vi andrebbe meglio solo negli USA, a patto però di fare shopping in stati a tassazione zero, o con tassazione molto bassa. A New York, per intenderci, è solo dell'8.75% ma a 6 ore (e 40$ di biglietto) da lì, a Wilmington nel Delaware, è dello 0%. Fatevi due conti, e poi decidete voi se ne vale la pena.

Un iPhone, Due SIM


Se invece fate scalo a Hong Kong, potreste portarvi a casa l'unico esemplare di iPhone XS Max dual SIM del blogo terracqueo; a differenza dei modelli standard che integrano una SIM fisica più una virtuale, infatti, l'XS Max cinese può ospitare due nano-SIM fisiche.

In questo modo si potrebbe tenere numero del lavoro e numero privato sullo stesso dispositivo, oppure potreste godere delle chiamate di un gestore e del piano dati di un altro. Tra l'altro, a Hong Kong non si paga la VAT, rendendo l'acquisto ancora più conveniente, se passate da quelle parti.

Limiti di un iPhone Estero


A livello di garanzia Apple non cambia nulla. Potete applicare un Apple Care+ come se l'acquisto fosse stato fatto in Italia, ma attenzione. Il secondo anno di garanzia del venditore è opera della legislazione UE, e non vale sugli acquisti fatti fuori dall'Unione.

Un iPhone USA, in altre parole, gode solo della garanzia Apple di un anno, mentre un iPhone tedesco ha anche il secondo (che è sempre Apple, se l'acquisto è stato fatto in un Apple Store); inoltre, se per qualche ragione ve lo devono sostituire con un rigenerato o riparare, i tempi si allungheranno notevolmente. Tenetelo bene a mente.

  • shares
  • +1
  • Mail