iPhone XR, aperti i pre-ordini: le scorte per ora tengono

Oggi è il giorno dell'apertura dei pre-ordini di iPhone XR. Siamo andati a controllare a che punto siamo con le scorte, e per il momento tengono ancora, ma potrebbe durare poco.

Oggi 19 ottobre Apple inizia finalmente ad accettare i pre-ordini di iPhone XR, l'ultima generazione di telefoni con la mela dotato della stessa potenza di iPhone XS ma ad un prezzo meno disumano; questo risultato è stato raggiunto rinunciando al display OLED, alla fotocamera a doppia lente, alla cornice in acciaio e al 3D Touch.

Il display è un "vecchio" LCD con risoluzione di 1792x828, la fotocamera è a singola lente e dunque l'effetto sfocato viene ottenuto con algoritmi software (tradotto, funziona meno bene e comunque solo su soggetti umani), la scocca è meno resistente all'acqua, la cornice è nel più flessibile alluminio, e per la connettività ci si deve accontentare dell'LTE Advanced.

D'altro canto, iPhone XR ha un'autonomia leggermente superiore, ed è coloratissimo: bianco, nero, blu, corallo, giallo e rosso (PRODUCT)RED; in più gode dello stesso Face ID, della doppia SIM, della ricarica wireless e dello stesso processore A12 del fratello maggiore. Qui trovate un confronto completo tra le due classi di dispositivi.

Per prenotarsi per l'acquisto, è sufficiente aprire questa pagina del sito Apple, fare clic su Continua, quindi scegliere colore, capacità e le opzioni di consegna/ritiro. Le tempistiche sono molto buone.

Al momento della stesura di questo post, le scorte sembrano reggere all'assalto; sono disponibili quasi tutti i colori e in quasi tutti i tagli per la consegna del 29-30 ottobre, giorno di commercializzazione ufficiale. Le uniche versioni che iniziano a scarseggiare sono gli iPhone XR arancioni da 64GB.

Ovviamente, la situazione è fluida e potrebbe cambiare da un momento all'altro. Se siete interessati ai nuovi dispositivi, insomma, farete meglio ad assicurarvi il vostro prima che i tempi si allunghino alle canoniche 1-2 se non 3 settimane di attesa.

  • shares
  • Mail