Mac, addio a Intel entro il 2020, e Apple Car con CPU ARM nel 2023

Un importante analista ha lanciato la bomba. A suo dire, i Mac abbandoneranno Intel in favore di un chip Apple entro un paio d'anni; su Apple Car, invece, se ne riparla nel 2023.

Mentre leggete queste righe, a Cupertino non si arresta il processo di sviluppo di un processore ARM sufficientemente potente da alimentare i dispositivi e i computer con la mela. Anzi, a dire di Ming-Chi Kuo, entro il 2020 vedremo debuttare un MacBook basato su chip Apple, ed entro il 2025 arriverà perfino Apple Car.

Taiwan Semiconductor Manufacturing Company (TSMC) è attualmente il fornitore unico dei chip della serie "A"; è la medesima società che sforna gli A12 Bionic di iPhone XS e iPhone XR, e che produrrà pure gli A12X destinati ai nuovi iPad Pro con Face ID.

Ad ogni aggiornamento, questi processori -sviluppati da Apple e forgiati da TSMC- stanno colmando rapidamente il gap con gli omologhi per PC; il sorpasso è già stato previsto dagli esperti, ma potrebbe avvenire molto più rapidamente di quanto non avremmo osato credere.

Già tra un paio d'anni, Tim Cook e i suoi potrebbero essere in grado di lanciare il mitologico Mac ARM; poi, quegli stessi chip dovrebbero finire addirittura nell'auto a guida autonoma, il cui annuncio è previsto tra il 2023 e il 2025. Questo perché non solo la tecnologia ARM è potente, modulare e personalizzabile, ma in più TSMC è considerato un partner affidabile e prezioso, preferibile a Samsung (che si occupa dei display di iPhone) poiché privo di conflitto d'interesse.

Ma c'è un limite tecnologico: questa rivoluzione, chiosa l'analista, vedrà le luci dell'alba solo quando i processori ARM di TSMC arriveranno ad una densità di 3nm-5nm al massimo. Cosa che non avverrà ancora per un paio d'anni, per l'appunto.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 104 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail