Apple Watch ci dirà perché alcuni pazienti guariscono prima di altri

Non tutte le persone operate all'anca o al ginocchio si riprendono con le stesse tempistiche: in alcuni casi ci vuole di più, in altri molto meno, e non sappiamo perché. Ora però Apple Watch potrebbe risolvere il mistero.

Apple si è alleata con Zimmer Biomet per esplorare nuovi modi di rendere utile Apple Watch, e ha scovato un'applicazione davvero molto interessante. Le due società stanno collaborando su uno studio clinico congiunto che tenterà di comprendere quali fattori influenzano la qualità e i tempi di ripresa dei pazienti operati all'anca o al ginocchio.

Non solo ElettroCardioGramma, diagnosi dei sintomi del Morbo di Parkinson e inaspettato salva-vita. Apple Watch potrebbe aiutarci a spiegare alcuni dei misteri della chirurgia ortopedica.

Grazie ad Apple Watch e all'app Mymobility, e alla partecipazione di 10.000 pazienti statunitensi, sarà possibile raccogliere quantità enormi di dati sulla loro andatura e posizione, e sul battito cardiaco. Ciò consentirà agli specialisti di stabilire con maggior precisione i tempi di recupero.

“Riteniamo che uno dei modi migliori per rafforzare i consumatori sia dandogli la capacità di usare le informazioni sulla loro salute e sulle attività per migliorare il modo in cui si prendono cura di se stessi" ha dichiarato Jeff Williams, Chief Operating Officer presso Apple. "Siamo fieri di consentire ai pazienti operati al ginocchio o all'anca di utilizzare i propri dati e condividerli con i medici in modo trasparente, così che possano dare un contributo alle cure e al recupero in modi prima impensabili con le tradizionali visite mediche. Questa soluzione terrà in contatto continuo i consumatori coi loro specialisti, prima e dopo l'operazione."

E questo è solo uno degli sforzi di Apple riguardo al tema della salute. Proprio in questi giorni, per dirne un'altra, da Cupertino è partita una donazione di 1.000 Apple Watch per uno studio sui disturbi alimentari, chiamato Binge Eating Genetics Initiative (BEGIN) e condotto dall'Università del North Carolina. E prima di questo, c'era stato l'Apple Heart Study, un'iniziativa in collaborazione con Stanford Medicine volta a diagnosticare i segni ricorrenti di alcune malattie cardiache grazie ai sensori di Apple Watch.

  • shares
  • +1
  • Mail