iPhone XS: per gli analisti i prezzi aumenteranno (e la colpa è vostra)

Una corrente di analisti afferma che i successori di iPhone X costeranno ancora più dei modelli attuali. E la colpa è un po' degli utenti, che lo acquistano comunque, e un po' di Apple, che ci marcia.

iphone-x2-aumento-prezzi.jpg

Con iPhone X Apple ha fatto una scommessa col mercato. È possibile commercializzare con successo un dispositivo a prezzi inauditi per uno smartphone di massa? Da principio, prevalse lo scetticismo, tant'è che si parlava di flop e fiasco delle vendite. Poi, invece, alla conferenza sui risultati fiscali, un trionfante Tim Cook (quasi quasi, non ci sperava neppure lui) ha dato la notizia: iPhone X è stato il telefono Apple più venduto della mela.

Una buona notizia per gli investitori, ma una pessima novella per gli utenti comuni. Questa novità, infatti, ha come effetto principale un generale innalzamento dei prezzi. Samsung, Huawei, e perfino la competitivissima OnePlus hanno iniziato a introdurre modelli di punta più costosi, che a quanto pare la gente compra comunque. Risultato: a fronte di una contrazione delle consegne di smartphone Android, il prezzo medio di vendita (Average Selling Point) è aumento del 10,3% fino a raggiungere i $345.

Dunque, Apple ha dato il la, e gli altri hanno subito seguìto a ruota; ma in ultima istanza, il peccato originale sta nell'importanza che diamo agli smartphone nella nostra vita. E all'esborso che siamo disposti a sostenere.

Ed è vero che le tecnologie implementate in iPhone X sono uniche e molto sofisticate; i display OLED privi di cornice costano cari, e così il Face ID. Ma oramai i costi di ricerca e sviluppo dovrebbero essere state ammortizzati, tant'è che per iPhone XS ci aspettavamo prezzi un filo meno sconvolgenti. Ma potremmo aver peccato di ingenuità.

A dire di Ben Wood, capo analista ricercatore di CCS Insight, il costo di produzione degli smartphone di punta è certamente cresciuto nel tempo, "ma non di quest'ordine di grandezza." In altre parole, "Apple avrebbe preso la decisione strategica di aumentare i prezzi degli iPhone di punta" per massimizzare i guadagni. E sulla stessa lunghezza d'onda Carolina Milanesi, analista presso Creative Strategies:

"Il BOM (il prezzo della componentistica) è sicuramente in salita per questi dispositivi ma ritengo fermamente che venga applicato un margine dai marchi per i loro prodotti di punta perché rappresentano uno status symbol. Fintanto che i telefoni rimangono il nostro dispositivo di computing preferito durante la giornata, gli utenti saranno disposti a spendere di più."

Detta in parole povere, mentre iPhone 9 potrebbe costare quel che fino a pochi anni fa sborsavamo per uno smartphone di punta, con iPhone X2 e iPhone X Plus rischiamo di toccare nuove vette del dissanguamento. E se negli USA iPhone X Plus costerà davvero 1.200 tutto escluso come si vocifera, preparatevi a vedere il primo iPhone abbattere il muro dei 1.500€ qui in Italia. E non potremo neppure lamentarci: il colpo con cui ci spariamo ai piedi l'abbiamo caricato noi stessi.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail