Apple Watch, schermo scollato senza motivo: parte la Class Action

Gli Apple Watch soffrirebbero tutti del medesimo difetto: il display tende a "rompersi, spaccarsi, scollarsi dalla scocca dell'orologio, senza alcun dolo da parte dell'utente." Questa almeno è la teoria di un gruppo di querelanti che ha lanciato la Class Action.

apple-watch-schermo-scollato.jpg

Stando alla documentazione depositata, l'azione di classe si rivolge ai possessori di tutti i modelli di Apple Watch acquistati negli Stati Uniti da aprile 2015 ad oggi, e comprende dunque l'Apple Watch originale, la Series 1, Series 2 e Series 3, in tutte le taglie e varianti, compresa quella Nike.

Il problema, secondo gli attori della Class Action, è che per policy interna Apple "nega l'esistenza del difetto, afferma che sia il risultato di danno accidentale causato dai consumatori, e infine su queste basi si rifiuta di onorare la garanzia." Il che implica che i costi di riparazione o sostituzione sono tutti a carico dell'acquirente.

E le cifre sono tutt'altro che trascurabili. Partiamo dai 221,20€ dell'Apple Watch Sport di 1a generazione, per arrivare a 261,20€ del Series 3 con GPS; e se possedete le varianti in acciaio o quelle Hermès, il costo sale fino a 281,20€.

Attualmente esiste un piano di riparazione gratuito per gli Apple Watch di seconda generazione che mostrano segni di distaccamento del display, ma solo se causato dall'espansione della batteria; tutte le altre casistiche sono considerate ad oggi danno accidentale. Se il giudice accetterà di mandare avanti la causa e dare ragione ai clienti Apple inferociti, le conseguenze arriverebbero facilmente anche da noi sotto forma di programmi di riparazione gratuita per tutti. Aggiorneremo il post non appena ci saranno novità di rilievo: restate sintonizzati.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 13 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO