WWDC 2018: tutte le novità attese, hardware e software

La conferenza annuale degli sviluppatori Apple porterà in dote parecchie novità, sia hardware che software. Oltre ad iOS 12 e macOS 10.14, arriveranno anche diversi nuovi dispositivi/accessori che vi possiamo confermare con certezza già adesso. Ecco di cosa si tratta.

iOS 12


ios_12.jpg

iOS 12: Innanzitutto, non aspettatevi feature rivoluzionarie perché stavolta Apple si focalizzerà soprattutto su sicurezza e stabilità del software, sia su iPhone e iPad che su Mac. Il che, dopo i casini e i bug dei mesi scorsi, è una manna dal cielo.

Tuttavia, con questa Major Release, Apple getterà le fondamenta della tecnologia che consentirà di creare app realmente universali; applicazioni cioè che si avviano su iPhone, iPad e Mac contemporaneamente. In più, ci saranno novità riguardo gli Emoji, Face ID, Usabilità e molto altro. Qui di seguito, trovate gli approfondimenti per ognuna di esse:








MacOS 10.14 Mojave


wwdc-2018-macos-10-14-mojave.jpg

macOS 10.14: Le app universali e la maggiore stabilità di sistema costituiranno la stella polare di questa intera release; attraverso un video comparso per sbaglio sui server Apple, sappiamo inoltre che arriveranno Modalità Dark, Apple News su Mac, un Mac App Store più simile alla versione per iOS, e infine conosciamo il nome di questa release: probabilmente macOS Mojave. Qui di seguito, trovate tutti i dettagli:


watchOS 5 & tvOS 12


pride-apple-watch.jpg

Le prossime versioni dei sistemi operativi di Apple Watch e Apple TV porteranno in dote una miriade di inedite, piccole funzionalità. Per esempio, con watchOS 5 dovrebbero arrivare i quadranti di terze parti, installabili a piacimento attraverso le app. Inoltre arriverà un nuovo tema Rainbow dedicato al Pride LGBT 2018, e questa novità riguarderà tutti gli utenti, anche quelli che non potranno installare watchOS 5.

Hardware


beats-decade-edition-800x250.jpg

Iniziamo con le certezze. Apple lancerà sicuramente una versione speciale delle cuffie e degli auricolari a marchio Beats, ribattezzata Decade Collection; siamo sicuri di questo, perché se lo è lasciato scappare sul proprio sito Web Best Buy, la nota catena informatica americana. In ogni caso, non è niente di che: sono gli stessi identici prodotti, allo stesso identico prezzo, ma disponibili anche in colorazione rosso-nera. La novità riguarda Studio3 Wireless, Solo3 Wireless, Powerbeats3 Wireless, BeatsX Wireless e urBeats3.

Forse, potrebbe arrivare anche una versione low-cost di HomePod (per gli standard di Apple, si intende); dovrebbe costare attorno ai 250€ e risollevare vendite non proprio entusiasmanti:

curvedappleheadphonesconcept1-800x533.jpg
Cuffie con Siri: Pare inoltre, che dovrebbero arrivare anche delle cuffie smart a marchio Apple, di altissimo livello acustico; praticamente, una versione portatile di HomePod, a un prezzo superiore perfino a quello delle Beats. Olè.

iphone-se2-faceid-vetro.jpeg
iPhone SE2: I rumors a riguardo sono vaghi ed evanescenti, spesso perfino contraddittori. Alcune indiscrezioni parlavano di un design praticamente immutato per la nuova generazione di iPhone SE, mentre le più recenti anticipano un design stile iPhone X con tanto di Face ID e display privo di cornice.

airpoweriphone8.jpg

AirPower: Il mitologico tappetino a induzione di Apple per caricare contemporaneamente Apple Watch Series 3, AirPods e iPhone X, 8 o 8 Plus ancora non si vede. Doveva arrivare a marzo, ma da allora è scomparso dai radar. Che sia questa la volta buona?

cinturini-applewatch-wwdc2018.jpg
Cinturini e Case: Aspettatevi tonnellate di roba inutile, tipo nuovi cinturini per Apple Watch, e case per iPhone e iPad. Al cambio di stagione, puntuale come la gastrite, Apple lancia sempre qualche novità del genere. Tratteniamo a stento la gioia.

tastiera-macbook-e-macbook-pro.jpeg
MacBook Aggiornati: Per chi, come noi, ha esigenze e gusti più terra-terra, si spera invece nell'arrivo di nuovi Mac, in particolar modo portatili; si vocifera di nuovi MacBook Air con prezzi a partire da circa 900 Euro IVA inclusa, qui da noi, oppure di un MacBook un po' più costoso -1200€ in Italia- ma dotato di processore i5 e soprattutto Display Retina.

Purtroppo, però e come già detto, su quest'ultimo punto abbiamo solo previsioni degli analisti; invece, sulle Beats è praticamente tutto confermato. Che gioia. In ogni caso, se avete una mezza idea di acquistare un laptop con la mela, aspettate ancora qualche settimana, perché potrebbe valerne la pena.

Il WWDC 2018 parte il stasera alle 19.00, e potrete seguirlo comodamente qui sulle pagine di Melablog, coi nostri commenti live al vetriolo. Non mancate, se no Tim Cook si offende.

  • shares
  • Mail