iPhone X, lo smartphone più venduto al mondo (secondo Counterpoint)

Fino ad oggi, abbiamo sempre parlato con enfasi negativa dell'andamento vendite di iPhone X; oggi, di punto in bianco, una società di analisi lancia un segnale completamente opposto: iPhone X sarebbe stato addirittura lo smartphone più venduto al mondo a febbraio 2018. Misteri della finanza.

iphone-x-smartphone-piu-venduto.jpg

L'euforia iniziale per iPhone X si è subito estinta, soverchiata dai costi non non irrilevanti per l'utente finale: 1.350€ per uno smartphone (il taglio da 64GB neppure lo prendiamo in considerazione, a questo punto) sono generalmente percepiti come un filo eccessivi per uno smartphone che dura -se bene- 4 o 5 anni al massimo.

E infatti ben presto si è instaurata l'idea che lo smercio andasse meno bene del previsto, tant'è che sono stati tagliati gli ordini di Foxconn, e Apple ha iniziato a ponderare la possibilità di lanciare un nuovo colore di iPhone X per "rilanciare le vendite.". Ecco perché non avremmo mai pensato di leggere notizie del genere in questi giorni, ma tant'è.

A dire di Counterpoint Research, iPhone X è stato per ampi margini lo smartphone più richiesto del mese di febbraio 2018, e non solo. Tutti e 4 gli smartphone Apple sono stati i più venduti, in quest'ordine: iPhone X, iPhone 8, iPhone 7, iPhone 8 Plus; seguiti da Xiaomi Redmi 5A, Samsung Galaxy S8, Samsung Galaxy J7 Pro, Vivo Y75, Xiami Mi A1 e Oppo r11s. Qui di seguito trovate un grafico riepilogativo.

smartphone-piu-venduto-2018.png

Uno scenario decisamente positivo che contraddice l'ondata di pessimismo che ultimamente circonda Apple; a Wall Street, riferiscono gli analisti di Seeking Alpha, gli investitori sono tutti in "pieno panico" per via delle consegne al di sotto delle aspettative, per le prestazioni finanziarie deludenti di TSMC (il produttore di chip di iPhone), e per le possibilità sfumate che LG si affianchi a Samsung per la produzione dei display di iPhone X2 (contribuendo ad abbassarne i costi).

I prossimi risultati finanziari, insomma, sono attesissimi, e saranno molto interessanti. Appuntamento domani 1 maggio, per la consueta conferenza sugli ultimi risultati fiscali di Cupertino.

  • shares
  • +1
  • Mail