Patente di Guida su iPhone: parte la sperimentazione negli USA

patente-guida-iphone.jpeg

Dopo le carte di credito e le carte d'imbarco su iPhone, il passo successivo è la patente di guida su iPhone. La stanno sperimentando negli USA.

Lo stato del Delaware, negli Stati Uniti, ha inizio ad un ambizioso progetto sperimentale volto a portare i documenti personali su smartphone. In particolare, la sperimentazione riguarda la mobile driver license (mDL), ovvero la patente di guida digitale, e per pra coinvolgerà oltre 200 utenti.

Negli USA, la patente viene utilizzata per questioni legali molto pratiche, come la verifica dell'età per l'acquisto di alcolici; quando si mostra una patente normale, il negoziante ha accesso anche ad informazioni personali come la data di nascita e l'indirizzo di residenza, compromettendo potenzialmente la privacy dell'utente. Con una patente virtuale, invece, verrebbe certificata la maggiore età, senza altri dettagli rivelatori.

Inoltre, una patente conservata in un'app, può essere accessibile dalle forze dell'ordine anche da remoto, durante un fermo. E in più, è protetta da un PIN o da un ID biometrico, mentre quella fisica è leggibile da chiunque.

Qui però finiscono i vantaggi. C'è da dire infatti che non tutti i dispositivi mobili garantiscono lo stesso profilo di sicurezza, e questo spiega per quale ragione da principio si parte solo con iPhone: è l'unica piattaforma a garantire un grado elevato e omogeneo di affidabilità su tutti i modelli.

  • shares
  • +1
  • Mail