"iPhone XS Gratis" e "iPhone XR in regalo:" attenzione alle truffe online

truffe_online_iphone_gratis.jpg

Fate attenzione ai concorsi online che promettono un iPhone XS gratis o iPhone XR in regalo. Spesso, si tratta solo di truffe volte a carpirvi un Mi Piace su Facebook o i dati personali. Qualche consiglio per riconoscere le fregature.

La tentazione è grande, tutti vorremmo poter mettere le mani su un iPhone di ultima generazione, magari approfittando di qualche concorso o promozione. E molti pensano pure: 'si tratta solo di un sorteggio online, cosa ha da perdere?' E così danno via dati personali, scaricano app e portano traffico a pagine truffaldine. Nel migliore dei casi, tuttavia, non c'è nessun iPhone in regalo, e si tratta solo di escamotages per guadagnare visibilità in poco tempo sulla pelle dell'ingenuità altrui. Nel peggiore, si finisce nelle maglie di roba tipo Cambridge Analytica.

Ultimamente, in particolare su Facebook e Instagram ma anche su Google+, e YouTube, è un profluvio di annunci e cosiddetti giveaway ("omaggi") che garantiscono iPhone in regalo come se piovesse; ZeroFOX Research ne ha individuati oltre 500 e solo nel Web anglofono, dunque la situazione è perfino più tragica.

Riconoscere le Fregature

Anche se vedete "official" scritto a lettere cubitali, e se c'è il logo Apple, esercitate diffidenza: la mela non infila neppure l'adattatore Lightning-Jack Cuffie nella confezione di iPhone, figuriamoci se vi regalerebbe l'iPhone stesso. Non vi fidate anche se si spacciano per grandi marchi, non scaricate le app che promuovono, e non cedete mai -e per nessuna ragione- dati personali, men che meno carte di credito. E se il sito non ha certificati SSL o TSL (cioè se non viene considerato sicuro dal browser) chiudetelo immediatamente. Inoltre, non seguite account di questo tipo: fate solo il loro gioco.

Poi, già che ci siete, aggiornate l'antivirus (o passate a Mac), e abilitate l'autenticazione in due fattori nei social media, così da evitare che qualcuno possa derubarvi dell'account personale. E rammentate la regola d'oro: se è troppo bello per essere vero, probabilmente è una fregatura.

  • shares
  • Mail