Face ID iPhone X: ecco come si configura il Riconoscimento del Volto

Ora che la candidata al rilascio definitivo di iOS 11 è disponibile, si scoprono ulteriori segreti di iPhone 8: vi mostriamo come funziona la configurazione di Face ID.

Quella che vedete in cima al post è l'animazione che conclude il processo di salvataggio dei dati biometrici del volto con iPhone 8; in pratica, è l'equivalente 2017 della procedura cui eravamo abituati con le impronte digitali.

La procedura è semplice, e richiede di spostare ruotare leggermente la testa da una parte e dall'altra, finché il "cerchio non si conclude."

face-id-set-up-ios-11.jpg

Una volta salvato il volto, si può utilizzare queste informazioni per sbloccare il telefono, scaricare app da App Store, attivare il completamento automatico dei dati su Safari e infine autorizzare i pagamenti Apple Pay: in quest'ultimo caso, tuttavia, è richiesta una doppia pressione del pulsante laterale del dispositivo.

L'animazione dei pagamenti Apple Pay


animazione-iphone-8-apple-pay-ok.jpg
Aggiornamento del 4 agosto 2017

ApplePay

Apple non è riuscita a infilare il sensore di impronte nel display di iPhone 8; e poiché non c'è pulsante Home fisico, i pagamenti mobili di Apple Pay verranno autorizzati attraverso il riconoscimento del volto dell'utente, e non più con l'impronta digitale.

Non sappiamo quanto sarà funzionale la cosa, ma almeno in teoria dovrebbe rivelarsi più sicura del Touch ID. Una scansione del volto con infrarossi+tecnologia ottica, infatti, cattura più punti dati di una scansione dell'impronta, e ciò dovrebbe garantire maggiore affidabilità nel riconoscimento utente. Quella che vedete qui sotto è l'animazione che conferma il pagamento: si fa attraverso un selfie.

SmartCam iPhone 8: registrazione video 4K a 60 fps fronte/retro


iphone-8-vertical-camera-header.jpg

La fotocamera di iPhone 8 non soltanto sarà in grado di riconoscere in modo sicuro il volo dell'utente, autorizzare pagamenti e identificare scene, oggetti, persone e animali; sarà pure in grado di effettuare registrazioni 4K a 60 fotogrammi/secondo.

Stando alle ultime indiscrezioni, rivelate nuovamente dal firmware di HomePod, la prossima generazione di iPhone sarà in grado di effettuare registrazioni 4K fino a un massimo di 60 fps. E questo è niente: può farlo sia con quella frontale che quella posteriore.

Sarebbe la prima volta che ciò accade: attualmente, infatti, iPhone 7 può arrivare al massimo a 4K a 30 fps con la fotocamera posteriore, e a 1080p con quella anteriore. Evidentemente, l'incremento nel numero dei fotogrammi sarà funzionale alla Realtà Aumentata di iOS 11, e servirà sia da una parte che dall'altra del telefono.

cameraiphone8.jpg

FaceID iPhone 8: Riconoscimento oggetti, scene e animali


iphone8_smartcam.jpg

La SmartCam di iPhone 8 non sostituirà soltanto il Touch ID grazie al riconoscimento biometrico; sarà in grado anche di riconoscere persone, oggetti, animali e scenari del mondo reale.

Il firmware di HomePod in circolazione sul Web da qualche giorno continua a svelare in anteprima le funzionalità in arrivo con iPhone 8. Ed è una slavina di informazioni talmente consistente da rendere improbabile una semplice svista da parte di Cupertino: sembra proprio che Tim Cook ci abbia preso gusto, coi rumors. Ma andiamo con ordine.

SmartCamera

smartcamvariousscenes.jpg

Nelle pieghe del codice, sono stati trovati i riferimenti a una "SmartCamera" in arrivo nelle prossime versioni di iOS e iPhone, capace di sfruttare in modo pervasivo le feature di riconoscimento dei volti delle future generazioni di dispositivi della mela. Questa classe di smartphone sarà in grado di identificare cose come fuochi d'artificio, foglie, animali, palcoscenici, sport, cielo, neve, tramonti/albe e regolare di conseguenza esposizione, velocità dell'otturatore e altre caratteristiche della fotocamera.

È l'equivalente dei preset "tramonto" o "primo piano" delle compatte digitali, ma con una differenza fondamentale: nelle compatte siete voi a dover impostare manualmente la modalità, qui invece farà tutto iPhone. E per aggiungere nuove modalità, sarà sufficiente un aggiornamento software. Il tutto si baserà su un sensore a infrarossi che oramai è ufficialmente confermato.

La fotocamera, tuttavia, sarà capace anche di effettuare scansioni dei documenti e dei codici QR: questa è una funzionalità presente di default in iOS 11 e che dovrebbe -si spera- essere presente su tutti i modelli, anche quelli vecchi.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 159 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO