Tim Cook, crolla al 53esimo posto nella classifica dei CEO più amati

tim-cook3.jpg

Il gradimento di Tim Cook ha subìto una drastica contrazione: venerato come uno dei migliori CEO al mondo solo nel 2016, quest'anno precipita in 53esima posizione.

Secondo la classifica Glassdoor 2017, creata in base alla valutazione che i dipendenti danno del loro CEO, Tim Cook ha fatto un capitombolo; in pochi mesi è passato dall'Olimpo dei top 10 alla scomparsa dalla top 50.

Al primo posto, stavolta, troviamo Benno Dorer di Clorox Company con un incredibile 99% di approvazione; degni di nota, tra i primi 10, il CEO di NVIDIA Jen-Hsun Huang, Elon Musk di SpaceX e Mark Zuckerberg di Facebook. L'iCEO invece, è scivolato di ben 45 posizioni, pur godendo di un consenso tutto sommato non trascurabile: un ragionevole 93%.

Secondo gli stessi autori della classifica, infatti, il fenomeno non deve destare preoccupazione; chiunque rientri nella top 100 è da considerarsi un leader eccezionale: "a mo' di paragone," spiegano dalla società di analisi, "il gradimento medio dei CEO è del 67%, basato sugli oltre 700.000 dipendenti che partecipano al sondaggio."

Cook sta facendo comunque meglio di tanti suoi colleghi, tipo Jeff Bezo di Amazon con l'82% di approvazioni, e il CEO di Uber -recentemente defenestrato- Travis Kalanick con il 77%. Qui di seguito la Top 10 completa:


  • 1. Benno Dorer The Clorox Company

  • 2. Jim Kavanaugh World Wide Technology

  • 3. Michael F. Mahoney Boston Scientific

  • 4. Craig B. Thompson Memorial Sloan Kettering

  • 5. Martin Rankin Fast Enterprises

  • 6. Jen-Hsun Huang NVIDIA

  • 7. Bob Bechek Bain & Company

  • 8. Elon Musk SpaceX

  • 9. Brian Halligan HubSpot

  • 10. Mark Zuckerberg Facebook

  • shares
  • +1
  • Mail