iPhone 8, Apple Glasses, Siri Speaker e iMac: le rivelazioni del dipendente Foxconn

ios-siri-mac-mac-os.jpg

Un interessante post comparso su Reddit e proveniente da una fonte considerata sempre più affidabile rivela alcuni interessanti dettagli su iPhone 8, Siri Speaker, i nuovi iMac e gli inediti occhiali a Realtà Aumentata di Cupertino. E fa rivelazioni scottanti.

Le indiscrezioni provengono da un utente chiamato Foxconn insider, già noto per altre soffiate simili poi rivelatesi corrette. A suo dire, il progetto Apple Glasses -occhiali a Realtà Aumentata- è stato posticipato al 2018-2019, ma è ancora in fase di sperimentazione e potrebbe essere cancellato del tutto se le cose non dovessero andare come previsto. Gli occhiali hanno una "montatura in acetato di cellulosa, moduli a conduzione ossea, microfoni multipli, una batteria interna e un prisma per riflettere le informazioni sulla vista dell'utente." L'ottica dovrebbe essere tedesca, e in più ci sono accelerometri per riconoscere se l'utente fa sì o no con la testa, oltreché comandi laterali per aumentare il volume o accettare le chiamate.

Siri Speaker è stato rimandato a fine 2017; ne esistono diversi prototipi, alcuni dotati di fotocamera e display, altri più economici. Sembra comunque che la versione in arrivo stasera al WWDC sarà quella con meno fronzoli.

Riguardo iPhone 8, Foxconn Insider racconta che l'ultimo modello su cui ha posato gli occhio risale a gennaio di quest'anno, ed era già un'unità EVT cioè engineering validation test; a vederlo, spiega, sembra un iPhone 7 con cornice molto più sottile e privo di pulsante Home, ma non è chiaro se il Touch ID verrà integrato nel display. La strada è stata tentata, ma uno schermo simile si è rivelato molto difficile da produrre in massa: l'unica certezza è che il Touch ID non sarà posto sul retro.

Infine per quanto concerne i computer, quest'anno verranno aggiornati gli iMac ma per vedere un cambio radicale di design occorrerà attendere il 2018, quando verranno lanciate unità più sottili e con più vetro, dotate di un retro scuro e con logo illuminato. Idem per i MacBook: piccoli speedbump nel 2017, e redesign molto più in là: in ballo ci sono tasti e-ink che cambiano dinamicamente a seconda della configurazione.

  • shares
  • +1
  • Mail