Ryonghung iPad, il tablet nordcoreano che se ne infischia del copyright


In Corea del Nord, la società Ryonghung ha appena lanciato un nuovo dispositivo che consente di leggere le notizie, lavorare sui documenti e molto altro. Infelice la scelta del nome:
Ryonghung iPad.

Kim Jong-un deve avere un'autentica infatuazione per i prodotti Apple; oltre a possedere un MacBook Pro 15" e un iMac personali, infatti, ha anche imposto che il Sistema Operativo ufficiale del suo paese fosse una copia sfacciata di macOS.

E questo è niente: il Corea del Nord è stato lanciato un tablet chiamato Ryonghung iPad e dotato di 40 app preinstallate, 1GB RAM, memoria di 8GB, processore 1.2GHz quad-core, HDMI, tastiera e "connessioni di rete."

Da quel che si vede nello scarno materiale pubblicitario e che potete ammirare nella Gallery qui in alto, assieme ad altre chicche, sono disponibili funzionalità di calcolatrice, enciclopedia medica, diagnostica medica e programmi di agricoltura. Peccato che il nome scelto violi il copyright di Cupertino:

Una società nordcoreana sta pubblicizzando un tablet domestico col nome di iPad, un brand di proprietà di Apple [...]. Il termine "iPad" è stato registrato come trademark da Apple sul proprio sito w sebbene esistono casi in cui il brand possa essere usato, in ogni caso è richiesta prima l'autorizzazione di Apple.

La prima versione di questo tablet, lanciata nel 2013, si chiamava semplicemente "Ryonghung-trademarked tablet computer;" col modello aggiornato, invece, si è verificata la folgorazione sulla via di Cupertino. D'altro canto, dubitiamo che Apple abbia registrato il trademark "iPad" anche in Nord Corea, dunque -tecnicamente- non c'è stata nessuna violazione dei diritti della mela.

  • shares
  • Mail